Tutto è pronto per ammirare l’opera degli Amici di San Bernardo. Statue in movimento in una scenografia unica

Il presepio prende «vita»

20/12/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
e.c.

Prin­ci­pale pro­tag­o­nista del Natale manerbese sarà anche quest’anno il mec­ca­ni­co giun­to al dec­i­mo anno di vita. Un com­plean­no impor­tante, che evi­den­zia la valid­ità e l’originalità dell’opera real­iz­za­ta dal “Grup­po Ami­ci di San Bernar­do” di Maner­ba che han­no fat­to diventare un appun­ta­men­to irri­n­un­cia­bile il pre­sepe allesti­to nel­la chiesa di San Gio­van­ni a Solaro­lo, nel­la piaz­za del munici­pio manerbese. Ogni anno sem­pre più gente apprez­za questo pic­co­lo prodi­gio mec­ca­ni­co real­iz­za­to da un grup­po di per­sone di buone volon­tà, pron­ti a stupir­si di fronte ai pic­coli det­tagli del pre­sepe, ambi­en­ta­to in una Betlemme “domes­ti­ca” sulle sponde del Gar­da, tra gli ulivi e i vigneti del­la Valte­n­e­si, sen­za dimen­ti­care i giochi di luce con l’alternarsi del giorno e del­la notte. Il pre­sepe mec­ca­ni­co è par­ti­co­lar­mente apprez­za­to, non solo per ciò che rap­p­re­sen­ta per i cre­den­ti, ma anche per l’arte e l’ingegno che con­ver­gono nel­la sua costruzione. Da cir­ca quat­tro anni, infat­ti, è sta­ta adot­ta­ta una nuo­va tec­ni­ca gra­zie all’ingegno e alla pas­sione di Rudy Van De Werff, uno degli ami­ci volon­tari che si impeg­na nel­la real­iz­zazione dell’opera, per dare il movi­men­to alle numerose stat­ue. Invece di usare fili di teflon, che spes­so si spez­za­vano, ven­gono uti­liz­za­ti alberi metal­li­ci mossi da una camme real­iz­za­ta su un dis­co di dimen­sioni sostenute che per­me­t­terà anche di inserire vari movi­men­ti alla stes­sa stat­ua. Ma il pre­sepe non è un’opera sta­t­i­ca, ben­sì sem­pre in con­tin­uo divenire, che ogni anno cam­bia, aggiunge nuovi ambi­en­ti e ne mod­i­fi­ca altri. «Quest’anno abbi­amo introdot­to tre nuovi grup­pi — spie­ga Sil­vio, uno degli addet­ti, tra gli altri con il fratel­lo Aldo, alla real­iz­zazione dei pae­sag­gi -. Si trat­ta di un bor­go con tan­ti per­son­ag­gi, come un notaio e una per­sona che lavo­ra a maglia, oltre alla pre­sen­za di numerose per­sone in piaz­za con due ragazzi che gio­cano a pal­la, che piac­er­an­no molto ai bam­bi­ni. Inoltre è sta­ta rifat­ta la capan­na, posizion­a­ta così in bel­la mostra, ed è sta­to risis­tem­ato anche l’ambiente del mer­ca­to con nuovi per­son­ag­gi». Il lavoro per la real­iz­zazione del pre­sepe parte molto pri­ma del Natale, già a metà set­tem­bre. «Serve tan­to tem­po — con­clude il sign­or Sil­vio — ma la pas­sione ci spinge a dedi­care molte ore di lavoro, oltre che essere un modo per pas­sare qualche ora tra ami­ci. Spe­ri­amo che anche quest’anno i vis­i­ta­tori aumenti­no anco­ra, anche gra­zie al pas­s­aparo­la, per­ché i com­pli­men­ti che rice­vi­amo sem­pre fan­no piacere e dan­no sod­dis­fazione». Il pre­sepe mec­ca­ni­co di Maner­ba sarà vis­itabile nei seguen­ti giorni e orari: il 24 dicem­bre dalle 22 all’1; il 25 dicem­bre dalle 9.30 alle 12 e dalle 15 alle 18.30; il 26 dicem­bre dalle 9.30 alle 12 e dalle 14 alle 18.30; il 30 dicem­bre dalle 14 alle 18.30; il 31 dicem­bre dalle 9.30 alle 12 e dalle 14 alle 18.30.L’1 gen­naio sarà aper­to dalle 14 alle 18.30; il 5 gen­naio dalle 14 alle 18.30; il 6 gen­naio dalle 9.30 alle 12 e dalle 14 alle 18.30; il 7 gen­naio dalle 9.30 alle 12 e dalle 14 alle 18.30; il 13 gen­naio dalle 14 alle 18.30; il 14 gen­naio dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18.30. Il 21 gen­naio, infine, dalle 14 alle 18.30. Per fes­teggia­re i dieci anni del pre­sepe manerbese il “Grup­po Ami­ci di San Bernar­do” ha orga­niz­za­to per saba­to 6 gen­naio, pres­so la par­roc­chiale ded­i­ca­ta a di Maner­ba, un con­cer­to del coro liri­co bres­ciano “”. La ser­a­ta, che avrà inizio alle 20.30, avrà un’ entra­ta lib­era e gra­tui­ta. Il coro, com­pos­to da 80 coristi e diret­to dal mae­stro Edmon­do Savio, è nato 6 anni fa e pro­pone al pub­bli­co un reper­to­rio che preva­len­te­mente si rifà al melo­dram­ma ital­iano dell’Ottocento, affrontan­do, nel cor­so del­la sua lun­ga attiv­ità, cir­ca una ses­san­ti­na di brani e opere com­plete. Nel­la ser­a­ta manerbese il coro “G. Ver­di” sarà accom­pa­g­na­to dal­la pianista Chiara Cas­so­la e vedrà l’esibizione del sopra­no Susan­na Zoc­col­i­ni e del mez­zoso­pra­no Veron­i­ca Deloren­zi.