Il Sindaco: "comune di serie B"

Il Prg intercomunale dorme in Provincia da 9 anni

23/12/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
r.s.

«Un grosso errore aver­lo fat­to inter­co­mu­nale, anzi una dis­grazia», ammette il sin­da­co Paro­lari. E si par­la di piano rego­la­tore. Quel­lo che ben 9 anni fa, l’am­min­is­trazione comu­nale di Nago-Tor­bole ritenne politi­ca­mente cor­ret­to affrontar­lo assieme ai comu­ni con­fi­nan­ti. Una stes­sa fas­cia lago e affinità sim­ili quan­to ad econo­mia, d’al­tro can­to lo con­sigli­a­vano. Arco però andò per con­to pro­prio. E ci si mise con Riva. La scelta a quel pun­to fu di affi­dar­si all’ar­chitet­to Fav­ole. Un piano (inter­co­mu­nale) che a fine anno 2000 non si intravede tornare approva­to da Tren­to, dove staziona, però.E, a quan­to risul­ta, ci sarà anco­ra da atten­dere dei mesi. Bene che vada, in ogni caso nel 2001. La col­pa nat­u­ral­mente è sta­ta attribui­ta tut­ta a Riva. O meglio, ai prob­le­mi di un Comune grosso, mes­sosi con uno molto più piccolo.Il sin­da­co Paro­lari non ha dub­bi in propos­i­to: in tut­ti questi 9 anni nel­la stesura del piano rego­la­tore si sono segui­ti gli inter­es­si di Riva, non cer­to quel­li di Nago-Tor­bole; e i ritar­di che ne sono derivati anco­ra si riflet­tono sui suoi problemi.Comune di Nago-Tor­bole che, per­al­tro, sta rimet­ten­do­ci molto in ter­mi­ni di entrate trib­u­tarie. Basti pen­sare al man­ca­to introito degli oneri di urban­iz­zazione (non si costru­isce più nul­la) e del­l’I­ci sul­la miri­ade di nuovi edi­fi­ci, ampli­a­men­ti e quan­t’al­tro che sul­la car­ta potreb­bero par­tire con l’in­tro­duzione del piano. Dan­ni anche per il ritar­do che ne con­segue per la real­iz­zazione delle opere pub­bliche. Pure il nuo­vo cen­tro sco­las­ti­co potrebbe patirne, vis­to che si ven­ti­la una pos­tic­i­pazione del con­trib­u­to provin­ciale (9 mil­iar­di) a causa del prg. Alla denun­cia di Paro­lari, fat­ta in con­siglio comu­nale, ci sarebbe da aggiun­gere anche le lagnanze dei tan­ti cit­ta­di­ni che atten­dono impazi­en­ti quan­to loro promes­so e cer­to 9 anni, per far­si mag­a­ri la casa, sono molti nel­la vita di chi­unque. Scon­solante. «Non abbi­amo altro modo per far sen­tire le nos­tre ragioni che lamentar­ci e niente di più», dice il sin­da­co di Nago-Torbole.