La riunione con Consorzi ed associazioni

Il programma 2003 ed il bilancio di fine anno

24/12/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Brescia

Ven­erdì 20 dicem­bre la sala Giun­ta del­la Cam­era di Com­mer­cio bres­ciana ha ospi­ta­to una parte­ci­pa­ta assem­blea di con­sorzi, asso­ci­azioni di pro­mozione ed oper­a­tori del settore.Tema del­la riu­nione il pro­gram­ma del 2003 di Bres­ci­a­tourism, che pre­sen­ta numerosi aspet­ti di novità.Organizzata dall’ente cam­erale insieme ad Ascom e Con­fe­ser­centi, la riu­nione è servi­ta ad illus­trare le linee d’azione di Bres­ci­a­tourism per il prossi­mo anno che perseguono un duplice obi­et­ti­vo: sal­va­guardare le quote di mer­ca­to che Bres­cia detiene sulle impor­tan­ti nazioni del Cen­tro Europa e svilup­pare una azione inci­si­va di mar­ket­ing tur­is­ti­co anche su altri mer­cati, per far conoscere il nos­tro ter­ri­to­rio al pub­bli­co di mas­sa, agli agen­ti di viag­gio ed ai gior­nal­isti esteri. La riu­nione è sta­ta aper­ta da un inter­ven­to di , Pres­i­dente del­la Cam­era, che ha ricorda­to la strate­gia perse­gui­ta da Bres­ci­a­tourism e la piena sin­er­gia in atto fra ente cam­erale ed oper­a­tori del set­tore, rap­p­re­sen­tati dalle asso­ci­azioni Ascom e Confesercenti:“Bresciatourism è il brac­cio oper­a­ti­vo che la Cam­era di Com­mer­cio intende creare a favore dei sogget­ti pri­vati e pub­bli­ci del­la nos­tra provin­cia che inten­dono pro­muo­vere il tur­is­mo bres­ciano all’estero. Dota­ta di capac­ità pro­fes­sion­ali e con una con­sis­tente dotazione finanziaria, garan­ti­ta prin­ci­pal­mente dal­la Cam­era di Com­mer­cio, Bres­ci­a­tourism è la casa del tur­is­mo bres­ciano a cui gli oper­a­tori si riv­ol­go­no per orga­niz­zare inizia­tive pro­mozion­ali, sot­to­porre prog­et­ti di pen­e­trazione e svilup­po in nuove aree di mer­ca­to e trovare lo stru­men­to per val­oriz­zare le rispet­tive carat­ter­is­tiche, all’interno di un prog­et­to che pre­sen­ta in ter­mi­ni uni­tari l’articolata offer­ta tur­is­ti­ca del nos­tro territorio.Grazie anche a Bres­ci­a­tourism, la nos­tra cit­tà è sem­pre più conosci­u­ta all’estero; voglio ricor­dare un piacev­ole aned­do­to di qualche giorno fa, quan­do al ter­mine di un incon­tro fra oper­a­tori rus­si ed alber­ga­tori bres­ciani orga­niz­za­to da Bres­ci­a­tourism, in un bar dell’Arbat (la via com­mer­ciale di Mosca) abbi­amo vis­to che sui mag­giori quo­tid­i­ani locali spic­ca­vano le foto di Bres­cia ed arti­coli dal tito­lo “Bres­cia, una zona dove c’è tut­to”, allu­den­do alla pre­sen­za con­tes­tuale di tante ric­chezze ambi­en­tali, artis­tiche e di ”.Fer­ruc­cio Rossi Thie­len, pres­i­dente di Con­f­com­mer­cio, ha illus­tra­to il lun­go elen­co delle inizia­tive sino­ra orga­niz­zate: “Ben 180 gior­nal­isti ed agen­ti di viag­gio di tut­to il mon­do han­no parte­ci­pa­to a 15 a Bres­cia, ai suoi laghi ed alla mon­tagna che noi abbi­amo orga­niz­za­to; sono venu­ti per conoscerne i cir­cuiti del golf, per apprez­zare le delizie dell’enogastronomia e dif­fondere le loro sen­sazioni al rispet­ti­vo pub­bli­co. Abbi­amo orga­niz­za­to 6 work­shop ris­er­vati agli alber­ga­tori; 14 con­feren­ze stam­pa all’estero; parte­ci­pa­to a 7 fiere, tenu­to gra­tuita­mente un cor­so di for­mazione per il per­son­ale dei con­sorzi, real­iz­zate 9 brochure tem­atiche in 6 lingue. Una grande con­feren­za sul tema dell’arte e del­la cul­tura si è svol­ta a Pra­ga, con il Comune di Bres­cia, la Fon­dazione Benedet­ti Michelan­geli, San­ta Giu­lia, il Par­co delle Inci­sioni Rupestri, il Vit­to­ri­ale, la Pina­cote­ca di Rez­za­to ed un po’ tut­to il mon­do del­la cul­tura bres­ciana che si è incon­tra­to con isti­tuzioni e respon­s­abili di cen­tri cul­tur­ali del­la Cechia.Numerosi arti­coli gior­nal­is­ti­ci sono appar­si sulle più sig­ni­fica­tive riv­iste inter­nazion­ali e reti radio­foniche tedesche e russe han­no real­iz­za­to inter­viste e reportages su Bres­cia. La nos­tra provin­cia è inoltre sta­ta inseri­ta in alcune impor­tan­ti guide tur­is­tiche giap­pone­si, che sono la vera Bib­bia di ogni viag­gia­tore; infine, cresce l’attenzione del mer­ca­to scan­di­na­vo nei nos­tri con­fron­ti: si trat­ta di un piacev­ole ritorno di inter­esse, che inten­di­amo favorire con inizia­tive mirate in Svezia, Dan­i­mar­ca e nell’area limitrofa”.Alessio Meri­go, con­sigliere d’amministrazione di Pro-Brix­ia e respon­s­abile di Asshotel Con­fe­ser­centi, ha illus­tra­to alcu­ni prog­et­ti speci­fi­ci per il 2003.“Nei pri­mi mesi dell’anno in un grande alber­go del cen­tro di Mosca inau­gur­ere­mo la pri­ma ‘Set­ti­mana Bres­cia’, in cui pro­por­re­mo strut­ture e local­ità tur­is­tiche del­la nos­tra provin­cia attra­ver­so l’occasione di un incon­tro con la nos­tra cuci­na tipi­ca. Insieme ad un menu tipi­ca­mente bres­ciano (pro­pos­to da un grup­po di nos­tri Chef), alle Autorità isti­tuzion­ali russe, al selezion­a­to grup­po di gior­nal­isti e ad alcu­ni Diret­tori dei mag­giori net­work del set­tore (agen­zie di viag­gio e tour oper­a­tors) saran­no pro­posti il sog­giorno a Bres­cia e la dis­tribuzione di mate­ri­ale infor­ma­ti­vo in lin­gua. Un’altra forte inizia­ti­va pro­mozionale pren­derà il via, a set­tem­bre, in alcune cap­i­tali USA, in rispos­ta ad un cres­cente inter­esse ver­so il nos­tro ter­ri­to­rio man­i­fes­ta­to da gior­nal­isti ed oper­a­tori di Chica­go, New York e Los Ange­les che si sono riv­olti a Bres­ci­a­tourism per un educ­tour conosc­i­ti­vo e per incon­trare i nos­tri oper­a­tori. Anche la mon­tagna bres­ciana sarà ogget­to di uno speci­fi­co prog­et­to di pro­mozione in Italia ed all’estero, con­dot­to in col­lab­o­razione con gli oper­a­tori e gli enti locali inter­es­sati; lo stand alla BIT sarà ded­i­ca­to alla mon­tagna bres­ciana, ma con­tes­tual­mente sti­amo con­sideran­do la pos­si­bil­ità di dedi­care a questo set­tore un work­shop speci­fi­co, anal­o­go alla Bor­sa dei Laghi: si trat­ta di un prog­et­to molto impeg­na­ti­vo e per il quale i con­tat­ti con l’Enit ed alcu­ni tour oper­a­tors esteri sono ad uno sta­dio molto avanzato”.Il dibat­ti­to ha vis­to i numerosi inter­ven­ti di espo­nen­ti delle diverse realtà locali,che si sono sof­fer­mati sull’andamento del­la sta­gione tur­is­ti­ca appe­na trascor­sa e sug­li inseg­na­men­ti che ne derivano rel­a­ti­va­mente alla neces­sità di pre­sidiare aree strate­giche come la Ger­ma­nia, ma con­tes­tual­mente cer­care una diver­si­fi­cazione degli arrivi sia dall’Europa, che da altri paesi.