-

Il romanzo storico di Bertera al Castello

29/06/2003 in Cultura
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

Un libro stori­co e roman­za­to che descrive uno spac­ca­to del­la soci­età tra il Gar­da ed il Bal­do, dall’autunno 1943 alla pri­mav­era del 1945. Si inti­to­la Tor­na mar­zo su ques­ta ter­ra ed è sta­to scrit­to dall’avvocato Mario Bert­era, un tor­re­sano doc trasfer­i­tosi da oltre un trenten­nio a per motivi di lavoro; si incen­tra su alcu­ni scor­ci e per­son­ag­gi del paese, nel momen­to più criti­co del­lo «scon­tro tra par­ti­giani e repub­bli­chi­ni». Il peri­o­do è quel­lo del­la sec­on­da guer­ra mon­di­ale e, sul­lo sfon­do del lago di Gar­da, di Tor­ri e del Bal­do, si muovono per­son­ag­gi di diverse estrazioni e prove­nien­ze, tut­ti acco­mu­nati da quei «ven­ti mesi che cam­biarono in modo dram­mati­co la sto­ria dell’Italia mod­er­na», come la stes­sa pre­fazione del libro riv­ela. E così, ques­ta sera alle ore 21.15, nel cor­tile inter­no del castel­lo scaligero di Tor­ri, Gio­van­ni Mas­ci­o­la pre­sen­terà la fat­i­ca let­ter­aria di Mario Bert­era. A fare gli onori di casa saran­no il sin­da­co di Tor­ri, Alber­to Vedovel­li, ed il vice ed asses­sore alla cul­tura, Daniela Per­oni. «Il libro di Mario Bert­era», ha com­men­ta­to l’assessore alla cul­tura Per­oni, «è il pri­mo del genere su Tor­ri. Infat­ti, roman­zo e accu­ratez­za stor­i­ca spes­so si mescolano abil­mente, sen­za mai far capire quale sia il lim­ite dell’uno e l’inizio dell’altra. Un vol­ume davvero inter­es­sante, insom­ma, sia per­ché fa conoscere uno spac­ca­to degli anni del­la grande guer­ra e di come venne vis­su­ta in paese, e sia per i tor­re­sani. Questi, infat­ti, come del resto è accadu­to anche a me, leggen­do han­no la pos­si­bil­ità di ritrovare alcu­ni aned­doti, riv­i­vere situ­azioni e ricor­dare tante cose che, pur non aven­do vis­su­to diret­ta­mente, veni­vano rac­con­tate a noi bam­bi­ni dai gen­i­tori o dai non­ni». «L’intreccio di vicende amorose ed il rac­con­to stori­co in for­ma roman­za­ta», ha pros­e­gui­to Daniela Per­oni, «d’altra parte, ren­dono davvero uni­co nel suo genere questo modo di rac­con­tare due anni del­la vita del paese». Appun­ta­men­to quin­di ques­ta sera alle 21.15, nel cor­tile inter­no del castel­lo scaligero.

Parole chiave: