Il Salone Internazionale del Libro rende omaggio a Gabriele d’Annunzio

Di Redazione

Il Salone Inter­nazionale del Libro rende omag­gio a , nel 150° anniver­sario del­la nasci­ta, con una serie di appun­ta­men­ti orga­niz­za­ti in col­lab­o­razione con la Fon­dazione Il .

Al ter­zo padiglione, stand T75, taglio del nas­tro per la mostra di lib­ri e mano­scritti, dove per la pri­ma vol­ta sono esposti il mano­scrit­to auto­grafo dell’Orazione in morte di Gio­sue Car­duc­ci, let­tere e mano­scrit­ti asso­lu­ta­mente inedi­ti in quan­to prove­ni­en­ti da recen­ti acqui­sizioni del Vit­to­ri­ale e dalle collezioni pri­vate di collezion­isti, che per l’occasione han­no aper­to i pro­pri scrig­ni. Il pub­bli­co è sta­to attrat­to anche dai lib­ri, prove­ni­en­ti dal­la bib­liote­ca per­son­ale di d’Annunzio e anno­tati dal poeta: in par­ti­co­lare, la Div­ina Com­me­dia nel­la quale scrisse a mati­ta, nel 1933, una pasquina­ta con­tro Hitler.

Lo stand è sta­to fra i pri­mi vis­i­tati dal min­istro dei Beni cul­tur­ali Mas­si­mo Bray, con Anto­nio Fassi­no e Vit­to­rio Sgar­bi, entram­bi mem­bri del Comi­ta­to per il 150° anniver­sario dan­nun­ziano. Il pres­i­dente del Vit­to­ri­ale, — per l’occasione ele­gan­te­mente vesti­to dal­la Sar­to­ria Chius­si di Udine, stor­i­ca casa di moda che vestì il Vate - ha invi­ta­to il min­istro al Vit­to­ri­ale, dove lo aspet­ta per mostrar­gli orgoglioso uno dei Musei “vir­tu­osi” del Bel Paese: con­tan­do soltan­to sui numero­sis­si­mi vis­i­ta­tori, il Vit­to­ri­ale van­ta un bilan­cio atti­vo sen­za gravare sulle casse del­lo Sta­to.

Con­tem­po­ranea­mente, al Vit­to­ri­ale è giun­ta in mat­ti­na­ta, in tem­pi rapidis­si­mi, la con­ces­sione di patrocinio da parte del­la nuo­va pres­i­den­za del Con­siglio dei Min­istri al con­veg­no “D’Annunzio Inno­va­tore. La tec­ni­ca e la bellez­za” in pro­gram­ma domani, ven­erdì 17, alle ore 16 al Salone, in col­lab­o­razione con la .

Gardone Riviera - Teatro Vittoriale

 

Le molte sco­laresche che già han­no affol­la­to lo stand del Vit­to­ri­ale, intan­to, han­no potu­to usufruire di due sim­u­la­tori di volo, mes­si a dis­po­sizione dal Museo Caproni, gra­zie ai quali gli stu­den­ti, a bor­do di un dan­nun­ziano SVA 5, pos­sono decol­lare vir­tual­mente dall’aeroporto Caproni di Tren­to e sor­volare la cit­tà e le mon­tagne cir­costan­ti. In set­tem­bre, la col­lab­o­razione fra i due Musei per­me­t­terà l’organizzazione di una grande mostra a Tren­to su “D’Annunzio avi­a­tore”, dal 19 otto­bre.