Itinerario sensoriale a Padenghe sul Garda domenica 31 agosto 2003

IL SEGNO MANOSCRITTO PER L’EDUCAZIONE AL GUSTO

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Mano­scrit­ti del­lo spir­i­to: antiche ricette per la trasfor­mazione delle erbe in bevande. Padenghe sul Gar­da (Bres­cia) apre final­mente i suoi MANOSCRITTI DELLO SPIRITO. L’o­rig­i­nale e intri­g­ante itin­er­ario del gus­to si riv­ela dunque nel suo magi­co ed attraente momen­to divul­ga­ti­vo. Una gior­na­ta spe­ciale quel­la di domeni­ca 31 agos­to dalle 10 e 30 fino alle 22. Giorno di fes­ta in com­pag­nia di assag­gi e degus­tazioni gui­date, pronte il mis­tero cal­i­bra­to del piacere del sen­tire a 360 gra­di. E’ ques­ta la pri­ma edi­zione del­la man­i­fes­tazione cul­tur­ale, pro­mossa da Gian­car­lo Alle­gri, Sin­da­co di Padenghe e sostenu­ta dal­l’Asses­so­ra­to alle Attiv­ità pro­dut­tive del­la Provin­cia di Bres­cia guida­to da Enri­co Mat­tin­zoli, che ha vis­to la col­lab­o­razione di diverse asso­ci­azioni locali, da “Dipende Lab­o­ra­to­rio Alchemi­co” cura­tore del prog­et­to glob­ale, alla “ Comu­nale”, alle Scuole Ele­men­tari e Medie di Padenghe, alla “Pro Loco” ed alle “Attiv­ità di Padenghe”. Alam­bic­co d’in­sieme propos­i­ti­vo e dinam­i­co, per real­iz­zare una dimen­sione di estasi e di rif­les­sione, che coin­vol­gerà tut­ti i sen­si. Com­in­cian­do con il piacere del­l’ol­fat­to, canal­iz­za­to e diret­to durante le degus­tazioni gui­date a cura del­la dot­tores­sa Gabriel­la Baiguera (gra­tu­ite su preno­tazione Tel 030 9907647 Cell 333 2097613). Pros­eguen­do con l’es­pe­rien­za tat­tile, rif­lessa e rigen­er­a­ta nelle instal­lazioni artis­tiche oppor­tu­na­mente dis­poste lun­go il per­cor­so. Un sen­tiero curioso e mis­te­rioso, che prevede tra l’al­tro anche una postazione di tat­u­ag­gi all’hen­na, con il fas­ci­no sim­bol­i­co e miti­co del­la scrit­tura cor­porea. Ed anco­ra una mostra di uten­sili antichi e testi d’e­poca. Ideati e strut­turati allo scopo di teoriz­zare, pro­gredire e pro­durre all’in­ter­no del­la mate­ria che si occu­pa da sem­pre del­la trasfor­mazione di bevande in erbe. In un com­pen­dio di ogget­tis­ti­ca e visu­al­iz­zazione, cura­to in sin­to­nia espe­rien­ziale dal del di Ciliv­erghe — Fon­dazione Gia­co­mi­ni — Meo, L’Arengario di Gus­sa­go e l’er­bario del ter­ri­to­rio com­pos­to di botan­i­cals locali, rac­colti con appas­sion­a­ta curiosità dai bam­bi­ni del­la scuo­la ele­mentare. E veni­amo al pala­to, con le sue fan­tas­tiche oppor­tu­nità di conoscen­za e degus­tazione a liv­el­lo per­son­ale e col­let­ti­vo. Sen­so da risco­prire anco­ra una vol­ta, con l’as­sag­gio dei migliori liquori attual­mente offer­ti alla pic­co­la e grande dis­tibuzione e prodot­ti da ILLVA Saron­no, Bonaven­tu­ra Mas­chio e Bar­bero 1891. Un gio­co inter­es­sante di atten­ta e sen­si­bile percezione sen­so­ri­ale. Attiv­ità che nel corol­lario ludi­co sposa una scien­za del pala­to che al liquore affi­an­ca nat­u­ral­mente il com­pa­nati­co. Ecco allo­ra i pani aro­mati­ci del­la sto­ria che acco­mu­na vis popolana e nobiltà altolo­ca­ta, con la degus­tazione di pas­ta fres­ca, rip­i­ena d’erbe magiche nel loro incedere den­tro il sen­ti­men­to clas­si­co del­l’ap­peti­to, prodot­ta da Genu­italy, per finire con l’ar­go­men­to esot­i­ca­mente mal­izioso del vino spezi­a­to dal­l’al­to con­no­ta­to di cre­ativ­ità pro­dut­ti­va. La musi­ca con­tin­ua, per rac­con­tare ed apprez­zare il gus­to del­l’u­di­to. Un piacere anco­ra da rigener­are con gli ottoni itin­er­an­ti del POKER ensam­ble, che accom­pa­g­n­erà il pub­bli­co per le vie del cen­tro stori­co, abbel­lite e dec­o­rate con l’in­ser­i­men­to di palme ed ulivi. Ma l’orec­chio sen­si­bile potrà anche ascoltare i ragazzi del­la Scuo­la Media Musi­cale di Padenghe, che si esi­bi­ran­no on the road sulle ali di una già apprez­za­ta verve esec­u­ti­va. Altro appun­ta­men­to con l’au­ra del­l’ele­men­to sen­si­bile quel­lo con la dot­tores­sa Anna Golzi, che con­dur­rà gli incon­tri ded­i­cati alla mag­i­ca e utile mis­cela di benessere catal­iz­za­ta nei Fiori di Bach. Il gus­to dei più pic­coli sarà poi inter­pre­ta­to e pro­pos­to nei momen­ti di esi­bizione clow­nesca, inter­val­lati alla spet­ta­co­lar­ità del­l’al­ta gio­co­le­ria. Le fusioni e le mis­ture di sen­sazioni, che nel per­cor­so del gus­to non conoscono con­fi­ni, si com­pleterà con l’in­ter­ven­to pro­mozionale del Min­is­tero del Tur­is­mo del­la Tunisia. Un part­ner d’ec­cezione per MANOSCRITTI DELLO SPIRITO che, gra­zie ad Elem Viag­gi, pro­pone una ten­da beduina orig­i­nale, dove l’ar­mo­nia e la pulizia del deser­to ver­rà rapi­ta degu­s­tan­do le tisane orig­i­nali dei noma­di del­la grande sab­bia. Il pro­fes­sor Mari­no Zec­chi­ni esper­to pro­prio del Sahara, com­pleterà l’ar­go­men­to di col­lega­men­to con il Nord Africa, pro­po­nen­do testi e sup­por­ti mul­ti­me­di­ali su erbe ed essen­ze sahar­i­ane. In chi­ave nat­u­rale e bio­logi­ca­mente cor­ret­ta, la cor­nice del Mer­cati­no che si inserirà nel­la rasseg­na di Padenghe con ogget­tis­ti­ca ed arti­giana­to di caratu­ra inter­nazionale. “Si trat­ta di un even­to cul­tur­ale tradot­to in itin­er­ario per­cor­ri­bile a più liv­el­li — affer­ma la dott.sa Raf­fael­la Vis­con­ti Curuz, coautrice del prog­et­to — dove i sen­si con­ducono i vis­i­ta­tori, anche i più pic­ci­ni, attra­ver­so un per­cor­so sogget­ti­vo, che farà ass­apo­rare il piacere degli aro­mi e dei sapori al di là, del­l’es­pe­rien­za e del gus­to per­son­ale”. Per il grande pub­bli­co di Padenghe, la rasseg­na rap­p­re­sen­ta un utile sug­ger­i­men­to di intrat­ten­i­men­to e di conoscen­za. Con la pos­si­bil­ità esclu­si­va di inda­gare, leg­gere e mag­a­ri sot­to­scri­vere questi misteriosi,originali, piacevoli ed attraen­ti MANOSCRITTI DELLO SPIRITO.

Parole chiave: