Da ieri l’arteria di via Garibaldi è percorribile in una sola direzione causa il cantiere di una rotatoria. Il Comune: «Durerà 40 giorni». Ma i commercianti sono in fermento

Il senso unico dei malumori

08/11/2006 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Con il ritar­do di un giorno sul­la tabel­la di mar­cia, il cor­so Garibal­di a Lona­to è diven­ta­to da ieri a sen­so uni­co. Tut­to questo per per­me­t­tere al cantiere di real­iz­zare una rota­to­ria all’inizio di viale Roma.Per le auto che proven­gono da Desen­zano ed in gen­erale dal bas­so Gar­da non cam­bia nul­la. Per i veicoli che arrivano da Bres­cia lo stop è all’incirca a metà viale, in Cor­rispon­den­za con la caser­ma dei . Qui il traf­fi­co viene devi­a­to lun­go le vie Sal­vo D’Acquisto e Mon­te­bel­lo, par­al­lele alla fer­rovia. Il ritorno sul­la ex statale 11 è pos­si­bile risal­en­do via Bor­go Clio.I pull­man di lin­ea lun­go l’asse Bres­cia-Verona han­no due fer­mate sos­ti­tu­tive, la pri­ma all’altezza del ris­torante «La Lanter­na» e l’altra in via Bor­go Clio. Il traf­fi­co è diret­to ver­so le scuole (Itis, media, mater­na ed ele­men­tari) viene incanala­to prin­ci­pal­mente sulle vie Regia Anti­ca e Cadu­ti del Lavoro. Per gli scuo­labus è sta­to cre­ato un parcheg­gio appos­i­to nei pres­si dei con­do­mi­ni Busi.Il traf­fi­co prove­niente dal­la zona nord di Lona­to e diret­to a sud deve tran­sitare prin­ci­pal­mente su via San­tu­ario, via Regge Antiche e via Bres­cia, per poi immet­ter­si su viale Roma e per­cor­rere via Mon­te­bel­lo ver­so la zona del­la stazione ferroviaria.Il provved­i­men­to di sen­so uni­co dovrebbe durare tra i 30 e i 40 giorni sec­on­do quan­to dichiara­to dal sin­da­co , e cioè «Solo per il tem­po stret­ta­mente nec­es­sario per con­sen­tire l’esecuzione dei lavori del­la rota­to­ria in con­dizioni di sicurezza».Varie le reazioni dei com­mer­cianti del cen­tro stori­co, pre­oc­cu­pati che il sen­so uni­co pos­sa com­primere la clien­tela. «Sono decisa­mente con­trario che il provved­i­men­to diven­ti sta­bile — dice ad esem­pio Eros Gelmi­ni, tito­lare del bar chiosco che si tro­va a pochi metri dal cantiere per la roton­da — e mi auguro che per tut­to pos­sa tornare alla nor­mal­ità. Il dis­a­gio c’è». Del­lo stes­so parere Daniele Mas­soli­ni che con il padre gestisce il dis­trib­u­tore del­la Shell. «I lavori su viale Roma ci han­no già dan­neg­gia­to. Le mac­chine che si fer­mano a fare ben­z­i­na sono calate».Ma si reg­is­tra­no anche pareri meno pre­oc­cu­pati: «Il sen­so uni­co può andare bene bene — dice Rober­ta Redi­ni, tito­lare di un negozio di elet­trodomes­ti­ci -: l’importante è che sia accom­pa­g­na­to da una serie di mis­ure di arredo urbano. Mar­ci­apie­di più ampi, abbel­li­men­to con fior­iere, scor­revoli nel cen­tro stori­co e parcheg­gi adeguati».Della stes­sa opin­ione anche Anna­maria Dotte­sio che ha un negozio di calza­ture pro­prio lun­go il budel­lo di Cor­so Garibal­di. «Va bene, in prospet­ti­va, se si adegua tut­to il cen­tro favoren­do i pedoni». Non dispi­ace anche ad Elis­a­bet­ta Gerbino. tito­lare di una mer­ce­ria. Sug­ger­i­men­ti arrivano invece da Ele­na Gaffu­ri­ni che gestisce un negozio di fiori con la mam­ma Anna­maria: «Insieme con il sen­so uni­co vogliamo che sia cam­bi­a­ta l’attuale direzione di mar­cia di via Ger­ar­di, e che si pen­si meglio alla sos­ta nel­la zona del cen­tro e degli imme­diati din­torni. Il parcheg­gio di via Salmis­ter è sem­pre mez­zo vuo­to per­chè stu­di­a­to decisa­mente male, spe­cial­mente per la gente anziana. Anda­va fat­to a più piani e acces­si­bile diret­ta­mente dal borgo».Cosa risponde l’assessore al com­mer­cio Valenti­no Leonar­di a tutte le osser­vazioni? «Come ho più volte det­to, si trat­ta di un sen­so uni­co impos­to solo dai lavori del­la rota­to­ria. Se in futuro penser­e­mo ad un provved­i­men­to sta­bile, sicu­ra­mente saran­no pri­ma con­vo­cate le cat­e­gorie sociali. L’obiettivo è di riqual­i­fi­care tut­to il cen­tro stori­co e non cer­to chi­ud­er­lo o ridur­lo a dormitorio».

Parole chiave: -