Il sistema di collettamento fognario serve la quasi totalità del bacino idrografico lacustre veronese-bresciano salvo alcune giustificate eccezioni (Limone, Tremosine e Tignale) e si basa su due sottosistemi collettori che percorrono le due sponde

Il sistema fognario che protegge il lago

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
a.j.

Il sis­tema di col­let­ta­men­to fog­nario serve la qua­si total­ità del baci­no idro­grafi­co lacus­tre veronese-bres­ciano sal­vo alcune gius­tifi­cate eccezioni (Limone, Tremo­sine e Tig­nale) e si basa su due sot­to­sis­te­mi col­let­tori che per­cor­rono le due sponde, per con­verg­ere alla fine all’impianto con­sor­tile di a Peschiera. Sono in tut­to 134 chilometri di col­let­tore (di cui 19 sub-lacuali), servi­ti da 53 impianti di soll­e­va­men­to dis­posti lun­go il per­cor­so con lo scopo di far guadagnare quo­ta ai liqua­mi e con­sen­tire loro lunghi trat­ti si scor­ri­men­to nat­u­rale in pen­den­za: vis­to in pro­fi­lo, un anda­men­to a den­ti di sega. Il pom­pag­gio più impor­tante è sen­za dub­bio quel­lo che a Toscolano (spon­da bres­ciana) imprime ai liqua­mi l’energia nec­es­saria per l’attraversamento lacuale di otto chilometri di una doppia con­dot­ta che toc­ca i 250 metri di pro­fon­dità. Sono i liqua­mi del trat­to di col­let­tore del­la spon­da bres­ciana da Gargnano a Salò che ind­i­riz­za­ti a Bran­col­i­no in comune di Tor­ri, incon­tra­no il ter­mi­nale sud del col­let­tore veronese dell’alto lago, prove­niente da Mal­ce­sine. Il sis­tema a questo pun­to promis­cuo attra­ver­sa in gal­le­ria Pun­ta San Vig­ilio e, da qui, con un altro trat­to sub­lacuale, va infine a innes­tar­si a Cisano sul­la con­dot­ta del bas­so lago prove­niente da Gar­da e diret­ta a Peschiera. Il sis­tema è com­ple­ta­to con il col­let­tore del­la Valte­n­e­si, ram­i­fi­ca­to ver­so l’entroterra bres­ciano che va poi a con­fluire ver­so Desen­zano sul­la con­dot­ta del bas­so lago diret­ta a Peschiera. Diciot­to con­dotte di emer­gen­za, col­le­gate a scol­ma­tori di “trop­po pieno”, scar­i­cano a lago e in pro­fon­dità i reflui, dopo un pre­trat­ta­men­to, in caso di dis­servizio sull’impinato principale. ()

Parole chiave: