L’Itcg «Battisti» vuole varare un corso di studi mirato per il Garda. La preside: servono figure nuove e più qualificate

Il turismo ha voglia di liceo

16/02/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Un Liceo a ind­i­riz­zo tur­is­ti­co. Lo ha approva­to l’Is­ti­tu­to tec­ni­co «Bat­tisti» di Salò, dopo avere rice­vu­to la benedi­zione degli enti locali. Le materie? Oltre alle clas­siche (Ital­iano, Sto­ria, Scien­za e biolo­gia, Pri­ma lin­gua straniera, Matem­at­i­ca, Dirit­to, Econo­mia azien­dale, Tec­nolo­gia del­l’in­for­mazione e del­la comu­ni­cazione, Edu­cazione fisi­ca, Reli­gione), ci sono quelle del­l’area di ind­i­riz­zo (Fisi­ca e chim­i­ca, sec­on­da lin­gua straniera, Leg­is­lazione tur­is­ti­ca) e opzionale (terza lin­gua, Tec­nolo­gie infor­matiche e telem­atiche, Ter­ri­to­rio, arte e geografia). Le ore oscil­lano fra 30 e 32 set­ti­manali. «Il set­tore tur­is­ti­co rap­p­re­sen­ta oggi (e, più anco­ra, in futuro) l’at­tiv­ità elet­ti­va a cui l’in­tera area garde­sana risul­ta stori­ca­mente voca­ta — spie­ga Car­oli­na Almi­ci Bologna, diri­gente del­la scuo­la -. Ne con­segue un’im­por­tan­za strate­gi­ca per le popo­lazioni del­la riv­iera, in ter­mi­ni di lavoro, svilup­po e affer­mazione sociale. Le nuove sfide del­la glob­al­iz­zazione e del con­tin­uo muta­men­to del mer­ca­to impli­cano aggior­na­men­ti costan­ti nel­la for­mazione del per­son­ale, con la neces­sità di creare fig­ure nuove e più qual­ifi­cate, in lin­ea con gli stan­dard europei e rispon­den­ti, sul piano cul­tur­ale, ai mutevoli bisog­ni sia degli oper­a­tori che del­la clien­tela. «Da qui l’ur­gen­za di un prog­et­to che si pon­ga come obi­et­ti­vo pri­mario di rispon­dere alle richi­este delle famiglie e degli impren­di­tori, per quan­to riguar­da la com­p­lessa ges­tione del­la vas­ta gam­ma di servizi e lo scam­bio con le altre nazioni. Il lago che, col suo 5%, copre una quo­ta ril­e­vante del­l’in­tero com­par­to nazionale, non ha un isti­tu­to con tali pre­rog­a­tive. E le scuole pro­fes­sion­ali alberghiere pre­sen­ti (a Gar­done Riv­iera, Desen­zano e , ndr), mirate a for­mare oper­a­tori tec­ni­co-prati­ci di liv­el­lo dif­fer­ente, non sono in gra­do di rispon­dere pos­i­ti­va­mente alla richi­es­ta di questo mer­ca­to, vas­to e spe­cial­is­ti­co». Il «Bat­tisti» pro­pone cor­si di Ragione­r­ia (ora chia­ma­ta Igea), Pro­gram­ma­tori, Eri­ca e Geometri. Oltre a un Sirio serale. E’ fre­quen­ta­to da stu­den­ti in gran parte non salo­di­ani. «Di scuole come quel­la che inten­di­amo creare ne esistono poche: a , Biel­la, Firen­ze, Roma, Amal­fi, Sir­a­cusa — aggiunge la pre­side -. Questo è un momen­to di cam­bi­a­men­ti pro­fon­di, ed esiste l’op­por­tu­nità di arric­chire il nos­tro isti­tu­to di un ind­i­riz­zo che dovrà for­mare oper­a­tori con man­sioni diri­gen­ziali». Gli enti locali han­no dato il loro via lib­era. Bruno Faus­ti­ni, pres­i­dente del­la Comu­nità mon­tana-par­co: «Abbi­amo esam­i­na­to la pro­pos­ta. Il Liceo tur­is­ti­co cor­risponde alle esi­gen­ze del nos­tro ter­ri­to­rio». Giuseppe Mongiel­lo, numero uno del­la : «Siamo molto inter­es­sati. Ne ipo­tizzi­amo l’avvio fin dal prossi­mo anno sco­las­ti­co». Il sin­da­co : «Un prog­et­to assai inter­es­sante, in lin­ea con la pluri­en­nale espe­rien­za del Bat­tisti nel set­tore delle lingue straniere, che meri­ta un impeg­no assai più ingente in ter­mi­ni di risorse umane e stru­men­tali». Cipani ha pure indi­ca­to una serie di attiv­ità che potreb­bero essere svolte dagli stu­den­ti: la real­iz­zazione di in col­lab­o­razione con agen­zie di viag­gio e ris­tora­tori, la cat­a­logazione dei doc­u­men­ti ammas­sati nel­l’ex col­le­gio civi­co (il cat­a­sto), ricerche di vario genere (i for­ti­ni mil­i­tari aus­triaci di cima Zette, i lava­toi e le fonta­nine, una topono­mas­ti­ca di tipo cul­tur­ale-reli­gioso-gas­tro­nom­i­co, la sto­ria dal­la trac­ce romane alla Repub­bli­ca sociale ital­iana). Il con­siglio di isti­tu­to del «Bat­tisti» e il col­le­gio docen­ti han­no approva­to la richi­es­ta, che ora dovrà ottenere il placet di Palaz­zo Bro­let­to (asses­sore ) e di organ­is­mi superiori.