La Regione ha promosso un concorso per recuperare alcune aree nei Comuni di Ferrara, San Zeno e Brentino

Il turismo sul Baldo crescerà così

25/11/2000 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Uno stu­dio per pro­muo­vere lo svilup­po e la val­oriz­zazione del Monte e delle Pre­alpi garde­sane. È quan­to ha pro­mosso la Giun­ta regionale del Vene­to con un ban­do di con­cor­so emana­to lo scor­so mese. Lo scopo è quel­lo recu­per­are alla fruibil­ità tur­is­ti­ca le aree del ter­ri­to­rio del Bal­do apparte­nen­ti ai comu­ni di Fer­rara di Monte Bal­do, San Zeno di Mon­tagna e Brenti­no Bel­luno. In queste zone si trovano sia immo­bili impor­tan­ti dal pun­to di vista stori­co ambi­en­tale sia edi­fi­ci rurali tradizion­ali dell’area baldense. Tut­ti comunque sit­uati in aree def­i­nite «sig­ni­fica­tive dal pun­to di vista o pae­sag­gis­ti­co ambi­en­tale». Nel con­cre­to del­lo stu­dio di fat­tibil­ità si doman­da di val­oriz­zare l’esistente per dare un nuo­vo impul­so al tur­is­mo del­la zona e creare nuovi posti di lavoro. Cinque gli inter­ven­ti per i quali è sta­to richiesto di pre­sentare uno speci­fi­co prog­et­to con un’analisi det­tagli­a­ta di costi di real­iz­zazione, ges­tione ma anche di pos­si­bili ricavi. Il pri­mo riguar­da la real­iz­zazione di un ded­i­ca­to alla flo­ra e, più in gen­erale, alla natu­ra del Monte Bal­do all’interno di vil­la Calden­pergher, un immo­bile che si tro­va a Fer­rara di Monte Bal­do dove dovrà essere allesti­to un erbario. Il sec­on­do inter­ven­to prende in esame l’or­to botan­i­co di Novezzi­na. In questo caso viene richiesto un prog­et­to di riqual­i­fi­cazione del­la strut­tura esistente e uno stu­dio per un inser­i­men­to più organ­i­co nell’area del Bal­do. Da real­iz­zare col­lega­men­ti, oltre che con il futuro museo, anche con le ris­erve nat­u­ral­is­tiche con un cen­tro di edu­cazione ambi­en­tale che dovrà essere real­iz­za­to, ter­zo inter­ven­to pre­vis­to, in una con­tra­da abban­do­na­ta impor­tante dal pun­to di vista stori­co architettonico.

Parole chiave: -

Commenti

commenti