Con una cerimonia intensa e commovente il vescovo di Verona, padre Flavio Roberto Carraro, ha officiato la dedicazione e consacrazione della chiesa del Beato Andrea.

Il vescovo Carraro consacra nuova chiesa

Di Luca Delpozzo
g.b.

Con una cer­i­mo­nia inten­sa e com­movente il vesco­vo di Verona, padre Flavio Rober­to Car­raro, ha offi­ci­a­to la ded­i­cazione e con­sacrazione del­la chiesa del Beato Andrea.La comu­nità del­la più gio­vane delle par­roc­chie aril­i­cen­si si è riu­ni­ta per il solenne momen­to; reso anco­ra più sig­ni­fica­ti­vo per­ché il 2000, anno del Giu­bileo, coin­cide con il ven­ticinques­i­mo anno del­la cos­ti­tuzione del­la stes­sa parrocchia.Don Tar­ci­sio Sol­dà ha sot­to­lin­eato che la con­sacrazione ha por­ta­to “al com­pi­men­to di un’­opera inizia­ta dod­i­ci anni fa. La dedi­zione, la volon­tà e la pas­sione da parte di un popo­lo han­no reso pos­si­bile l’ed­i­fi­cazione di questo tem­pio che oggi viene solen­nemente ded­i­ca­to al cul­to di Dio”.Padre Car­raro ha por­ta­to da Verona il cal­ice dono di Roma per ques­ta occa­sione, men­tre dal­la par­roc­chia di San Mar­ti­no sono arrivati le ampolline e il turi­bo­lo. Cel­e­bran­do il rito insieme aipar­ro­ci di Peschiera e con loro anche i pre­de­ces­sori di don Tar­ci­sio, il vesco­vo ha accom­pa­g­na­to i diver­si momen­ti del­la con­sacrazione ricor­dan­do alla comu­nità il val­ore del­l’altare “legame fra cielo e terra”.“Questa chiesa è la casa del Sig­nore così come lo è ognuno di noi: chiesa di pietra e chiesa di uomini”.“Un luo­go par­ti­co­lare”, ha volu­to sot­to­lin­eare il vesco­vo, “costru­ito sul cro­ce­via di Peschiera, qua­si ad aiutare anche i tan­ti che là fuori sono anco­ra alla ricer­ca di qual­cosa. Mag­a­ri del ritorno alla reli­giosità, matu­ra e non fat­ta di big­ot­tismo, di cui fu grande tes­ti­mone pro­prio il Beato Andrea, frate domeni­cano, cui è ded­i­ca­ta ques­ta chiesa”. (g.b.)