Anche il clero bresciano, accompagnato da mons. Giulio Sanguineti, ha fatto visita alla mostra «Il futuro dei Longobardi» in corso al Museo di Santa Giulia.

Il vescovo di Brescia visita i Longobardi

20/06/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Anche il clero bres­ciano, accom­pa­g­na­to da mons. Giulio San­guineti, ha fat­to visi­ta alla mostra «Il futuro dei Lon­go­b­ar­di» in cor­so al Museo di San­ta Giu­lia, via Musei 81/b, fino al prossi­mo 19 novem­bre del 2000. Qua­si un centi­naio di sac­er­doti dioce­sani han­no affol­la­to l’auditorium del com­p­lesso, accan­to a loro anche un pic­co­lo grup­po di reli­giose. Dopo un momen­to di preghiera, pre­siedu­to dal Vesco­vo, sono inter­venu­ti, il sin­da­co Pao­lo Corsi­ni, Ange­lo Rampinel­li, in rap­p­re­sen­tan­za del­la Fon­dazione Cab, Rena­ta Stra­diot­ti, diret­trice dei civi­ci musei ed uno dei cura­tori del­la mostra, Car­lo Bertel­li. Il com­p­lesso di San­ta Giu­lia fu, fino alla sop­pres­sione napoleon­i­ca, un monas­tero, impor­tante luo­go di cul­to e di preghiera. Gli inter­ven­ti di ieri han­no ripro­pos­to il col­lega­men­to tra la cul­tura lon­go­b­ar­da e l’anima cris­tiana dell’Europa, sot­to­lin­eato nel cor­so dei vari inter­ven­ti. La mostra, aper­ta uffi­cial­mente domeni­ca, si riv­ela già un suc­ces­so: oltre 1.200 i vis­i­ta­tori nel­la pri­ma gior­na­ta. Sono esposti tra gli altri prezio­sis­si­mi cod­i­ci, gioiel­li, icone e man­u­fat­ti in argen­to del peri­o­do lon­go­b­ar­do.

Commenti

commenti