Girandola di parroci nelle chiese gardesane

Il vescovo di Verona ha deciso traslochi e nomine

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Novità nelle par­roc­chie garde­sane: il vesco­vo di Verona, Flavio Rober­to Car­raro, ha nom­i­na­to nei giorni scor­si alcu­ni nuovi par­ro­ci, e la Dio­ce­si veronese com­prende una vas­ta parte del ter­ri­to­rio bres­ciano; in par­ti­co­lare gran parte del­la spon­da del lago di Gar­da. In vista c’è una giran­dola di nuovi par­ro­ci, molti dei quali suben­tr­eran­no a quel­li più anziani.Vediamo quali local­ità sono state toc­cate dalle deci­sioni vescovili.A Desen­zano don Ser­gio Fasol, par­ro­co di San Zeno, nel quartiere omon­i­mo, passerà a fuori le Mura (Bor­go Venezia, Verona) al pos­to di don Ric­car­do Ada­mi. Da Portese, nel Comune di San Felice del Bena­co, il par­ro­co don Mario Lodola si trasferirà nel­la par­roc­chia di San Zeno di Desen­zano. Il diret­tore del­la Casa San Fiden­zio, don Lui­gi Mainente, andrà a dirigere la chiesa di San Benedet­to di Lugana, al con­fine tra Sirmione e Peschiera. Da Riv­oltel­la di Desen­zano se ne andrà (dopo un decen­nio) don Alessan­dro Pasqui­ni: passerà a dirigere la par­roc­chia di Portese.E a Riv­oltel­la, che ha vis­to nei mesi scor­si l’in­au­gu­razione del­la nuo­vis­si­ma e mod­er­na chiesa, arriverà da Caldiero (Verona) don Gui­do Romag­no­li. Don Luciano Ugoli­ni passerà poi dal­la par­roc­chia di San Felice a Domegliara.Sono cam­bi­ate anche le direzioni di impor­tan­ti strut­ture del­la Dio­ce­si, che han­no a vario tito­lo notev­ole influen­za sul ter­ri­to­rio dioce­sano. Sem­pre il vesco­vo ha asseg­na­to queste cariche: la direzione di Casa San Fiden­zio a don Rober­to Bian­chi­ni, e quel­la del Cen­tro di spir­i­tu­al­ità San Roc­chet­to a don Mario Luciano Fer-rari. Poi l’in­car­i­co di assis­tente del­l’E­conomo dioce­sano per le gli immo­bili di pro­pri­età del­la Dio­ce­si a don Rena­to Mon­to­rio. Inoltre, il nuo­vo cap­pel­lano delle Ancelle del­la Car­ità di Cav­al­ca-selle sarà il par­ro­co del­lo stes­so paese, don Lui­gi Stefanoni.La riv­iera bres­ciana del Gar­da è con­sid­er­a­ta molto impor­tante dal­la Curia veronese. Sem­plice­mente per­ché il litorale, a dif­feren­za degli altri cen­tri, seg­na un i pro­gres­si­vo aumen­to del­la popo­lazione, soprat­tut­to per via del­l’im­mi­grazione dalle altre province e da altri Pae­si. Le par­roc­chie, quin­di, si stan­no attrez­zan­do per fornire adeguate risposte a una popo­lazione sem­pre più multietnica.E per la pri­ma vol­ta (come a Desen­zano), si devono fare i con­ti con altre reli­gioni: nel desen­zanese teatro «Alber­ti», infat­ti, dovrebbe arrivare una moschea-cen­tro cul­tur­ale islamico.

Parole chiave:

Commenti

commenti