“Il visitatore” chiude la fortunata rassegna teatrale “Sabato a palazzo”

06/03/2015 in Attualità, Teatro
Parole chiave:
Iscriviti al nostro canale
Di Luigi Del Pozzo

Ultimo imperdibile spettacolo della rassegna teatrale “Sabato a Palazzo”: sabato 7 marzo in scena “Il Visitatore”di Eric – Emmanuel Schimitt, per la regia di Bruno Frusca.

Sabato sarà una serata speciale durante la quale verrà assegnato il Premio del pubblico nell’ambito del Festival Nazionale del Teatro Amatoriale, a cui tutte le otto rappresentazioni di questa edizione hanno concorso.

Per gli spettatori di certo non un compito facile. Alla rassegna hanno partecipato Compagnie teatrali di alto livello, qualità confermata dai grandi numeri dell’affluenza a tutte le serate di questa stagione teatrale.

Durante il Gala verranno anche estratti, tra tutti coloro che hanno votato, i vincitori di un abbonamento gratuito per la stagione 2015/2016.

Lo spettacolo che chiude la rassegna, il Visitatore, è uno dei testi più famosi di Eric-Emmanuel Schmitt, tradotto in 15 lingue e rappresentato in 25 paesi.

La vicenda si svolge nell’aprile 1938. L’Austria è stata da poco annessa al Terzo Reich, Vienna è occupata dai nazisti, gli ebrei vengono perseguitati ovunque. In Berggasse 19, celeberrimo indirizzo dello studio di Freud, il famoso psicanalista attende affranto notizie della figlia Anna, portata via dalla Gestapo. Improvvisamente dalla finestra spunta un inaspettato visitatore intenzionato a intavolare con Sigmund Freud una conversazione sui massimi sistemi. Il grande indagatore dell’inconscio è insieme infastidito e incuriosito. Chi è quell’importuno? Cosa vuole?

Visto l’argomento della pièce si penserebbe di trovarsi di fronte ad un tedioso dramma filosofico o ad una disputa cervellotica. E invece siamo dentro una commedia brillante, intelligentemente leggera, a tratti commovente, esilarante, che fa sorridere ponendo quesiti seri.

Sul palco gli attori della compagnia bresciana La Betulla. La compagnia è nata nel 1968, sotto la spinta di Bruno Frusca, attore, autore e regista teatrale, che veniva da giovanili esperienze filodrammatiche. Negli anni ’60 e ’61 frequenta il corso biennale di recitazione sotto la direzione di Mina Mezzadri alla ”LOGGETTA” di Brescia (ora Centro Teatrale Bresciano) presso la quale svolge intensa attività per dieci anni.

Con “Il Visitatore” di Eric Emmanuel Schmitt la Compagnia ha collezionato molti premi, ultimo in ordine di tempo il “Premio Gradimento del Pubblico”al Festival Teatrale Nazionale “Teatrika” di Castelnuovo; mentre alla diciottesima edizione del festival nazionale di Teatro Spontaneo di Arezzo ha ottenuto il secondo premio della giuria, il terzo premio per gradimento del pubblico e quello per la migliore performance maschile.

Il Visitatore 2

Parole chiave:

Commenti

commenti