Gli Itinerari Gardesani tra storia e gastronomia nell’alto Mantovano

Il volume presentato a Cavriana

14/02/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Nei giorni scor­si la sala civi­ca di Cavri­ana ha ospi­ta­to la pre­sen­tazione del quin­to vol­ume degli Itin­er­ari Garde­sani, ded­i­ca­to all’Alto Man­to­vano. L’iniziativa è sta­ta volu­ta dal­la , nell’ambito del prog­et­to «I Gesti dell’Umanità», pro­mossa di con­cer­to con il sis­tema muse­ale dell’Alto Man­to­vano, in un pro­gram­ma comune di infor­mazione e val­oriz­zazione degli impor­tan­ti pat­ri­moni cul­tur­ali con­ser­vati. Diret­tori e col­lab­o­ra­tori del arche­o­logi­co dell’Alto Man­to­vano di Cavri­ana, del Museo stori­co aloisiano e del Museo inter­nazionale del­la Cri di Cas­tiglione delle Stiviere e del­la Civi­ca rac­col­ta d’arte di Medole, han­no lavo­ra­to inten­sa­mente per la sua real­iz­zazione. La pub­bli­cazione descrive itin­er­ari nat­u­ral­is­ti­ci, artis­ti­ci, architet­toni­ci, stori­ci, arche­o­logi­ci e pae­sag­gis­ti­ci dei cen­tri di Cas­tiglione, Castel­laro Lagusel­lo, Cavri­ana e Medole. Il tur­ista viene pre­so per mano ma anche per la gola con det­tagli­ate infor­mazioni gas­tro­nomiche. Una par­ti­co­lare atten­zione è sta­ta riv­ol­ta all’aspetto nat­u­ral­is­ti­co con notizie sui boschi, sui campi colti­vati, sui fiori, sul­la fau­na, sulle risor­give, sui prati aridi.

Parole chiave: