Sistema Culturale del Garda. presentazione del programma e degli interventi Martedì 26 maggio a Salò

Impegnate risorse per un milione di euro

Di Luca Delpozzo

La e i Comu­ni ader­en­ti han­no cos­ti­tu­ito il Sis­tema Cul­tur­ale del Gar­da, un sis­tema di ges­tione uni­taria dei beni cul­tur­ali del­l’in­tero baci­no benacense.Nell’anno 2009 il Sis­tema si avvale di risorse per oltre un mil­ione di euro. Di questi, 480.000 euro sono sta­ti asseg­nati dal­la Fon­dazione Carip­lo. Tali risorse sono des­ti­nate a inter­ven­ti strut­turali su nuclei di pat­ri­mo­nio stori­co artis­ti­co par­ti­co­lar­mente sig­ni­fica­tivi e ad azioni di stu­dio, piani­fi­cazione, comu­ni­cazione e didat­ti­ca dif­fuse sul­l’in­tero territorio.La fase di avvio del Sis­tema Cul­tur­ale del Gar­da prevede la real­iz­zazione di inter­ven­ti strut­turali su beni cul­tur­ali e architet­toni­ci sit­uati nei comu­ni di San Felice del Benà­co, Limone sul Gar­da, Gar­done Riv­iera, Cavriana.San Felice del Bena­co – inter­ven­to strut­turale sul castel­lo di Portese che per­me­t­ta l’ac­ces­si­bil­ità anche ai dis­abili; il castel­lo di Portese, sit­u­a­to nei pres­si del por­to e del­l’at­trac­co del­la di lin­ea è attual­mente adibito ad attiv­ità socio cul­tur­ali e ricre­ative e a man­i­fes­tazioni teatrali cul­tur­ali locali; è gesti­to da un’as­so­ci­azione di volon­tari (Grup­po ); è aper­to al pub­bli­co; all’in­ter­no del Sis­tema Cul­tur­ale il castel­lo di Portese sarà pun­to di acces­so dal­l’ac­qua alla rete dei castel­li del Gar­da merid­ionale e cen­tro vis­ite, pun­to di parten­za per grup­pi e escur­sioni; per sot­to­lin­eare il suo inser­i­men­to nel Sis­tema, nel­la fase di avvio del Sis­tema stes­so, vi sarà allesti­ta una mostra doc­u­men­taria e fotografi­ca sui castel­li del Garda*;Limone sul Gar­da – com­ple­ta­men­to del recu­pero del­la Limon­a­ia del Cas­tel e creazione di strut­ture di visi­ta nel cen­tro stori­co (pre­dis­po­sizione degli ambi­en­ti del Museo del Tur­is­mo, sis­temazione del par­co di Vil­la Boghi); all’in­ter­no del sis­tema, la limon­a­ia sarà esem­pio di architet­tura pro­dut­ti­va locale e esem­pio di rac­cor­do fra strut­ture pro­dut­tive tradizion­ali e nuclei di inse­di­a­men­to stori­co (la limon­a­ia è sta­ta rica­va­ta nelle strut­ture del castel­lo medievale); nel­la fase di avvio del Sis­tema sarà allesti­ta una mostra fotografi­ca e doc­u­men­taria di pre­sen­tazione dell’intervento;Cavriana – com­ple­ta­men­to del recu­pero di Vil­la Mir­ra, inclusa nel­l’area del castel­lo di Cavri­ana; creazione dei con­tenu­ti del Museo del del­l’Al­to Man­to­vano da col­lo­care all’in­ter­no delle can­tine del­la vil­la stes­sa; inter­ven­to di recu­pero sul­la por­ta urbica set­ten­tri­onale del bor­go medievale e sul­la torre annes­sa; real­iz­zazione di una pre­sen­tazione mul­ti­me­di­ale speci­fi­ca sul castel­lo e sul com­p­lesso; all’in­ter­no del sis­tema vil­la Mir­ra e il castel­lo di Cavri­ana (in cui essa risul­ta inseri­ta) svol­ger­an­no il ruo­lo di pun­to di acces­so merid­ionale e di cen­tro di visi­ta all’area col­linare meridionale;Gardone Riv­iera – inter­ven­to di recu­pero dei gia­r­di­ni di vil­la Alba e del par­co di vil­la Pri­mav­era; real­iz­zazione di una pre­sen­tazione mul­ti­me­di­ale speci­fi­ca sul com­p­lesso; i gia­r­di­ni fan­no parte del­l’ampia area verde piantu­ma­ta con essen­ze locali, essen­ze mediter­ra­nee e trop­i­cali che include anche l’Or­to Botan­i­co e il Vit­to­ri­ale; l’area nel­l’in­sieme e i gia­r­di­ni su cui sono pre­visti gli inter­ven­ti con­ser­v­a­tivi sono acces­si­bili al pub­bli­co; rap­p­re­sen­tano un esem­pio stori­co sig­ni­fica­ti­vo di des­ti­nazione a fini tur­is­ti­co ricre­ativi e sci­en­tifi­co sper­i­men­tali di aree del ter­ri­to­rio benacense.La real­iz­zazione del Sis­tema Cul­tur­ale del Gar­da prevede anche l’inizio di inter­ven­ti strut­turali su beni cul­tur­ali e architet­toni­ci local­iz­za­ti nei Comu­ni di Toscolano Mader­no, Salò, Gargnano, Tremo­sine, Tignale.Toscolano-Maderno – recu­pero di vil­la Bianchi e creazione del­la “Casa del­la Cul­tura” (strut­ture di fruizione del­l’in­tero Sis­tema); pub­bli­cazione doc­u­men­taria rel­a­ti­va alla sto­ria del Comune e alle orig­i­ni del Comune stes­so; all’in­ter­no del sis­tema il polo di Toscolano Mader­no sarà una strut­tura des­ti­na­ta a servizi per­ma­nen­ti a sup­por­to del sis­tema stes­so (con­feren­ze, attiv­ità didat­tiche, incon­tri, proiezioni, biblioteca);All’interno del Sis­tema rive­stirà un ruo­lo impor­tante il Museo del­la Cit­tà di Salò (in fase di prog­et­tazione), qualo­ra ven­ga real­iz­za­to in un’ot­ti­ca ter­ri­to­ri­ale di sis­tema garde­sano ampio e con una forte accen­tu­azione dei con­tenu­ti rel­a­tivi all’ap­parte­nen­za del Gar­da alla Serenis­si­ma tra XIV e XVIII secolo.Gargnano – recu­pero del com­p­lesso del con­ven­to di San Francesco e edi­fi­ci adiacenti.Tremosine – inter­ven­ti nei cen­tri stori­ci dei nuclei di inse­di­a­men­to spar­so che com­pon­gono il Comune.Tignale – inter­ven­ti nel cen­tro stori­co.