Impegnati e certi i 100 milioni per la depurazione del Garda

31/08/2018 in Senza categoria
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Con grande sod­dis­fazione la Pres­i­dente del­la Comu­nità del Gar­da on. Mari­astel­la Gelmi­ni comu­ni­ca che con Decre­to del Diret­tore Gen­erale del Min­is­tero dell’Ambiente, dott.ssa Gaia Chec­cuc­ci n. 310/2018 i cen­to (100) mil­ioni per la real­iz­zazione delle nuove opere di col­let­ta­men­to e depu­razione del Gar­da sono impeg­nati, cer­ti ed effet­tivi.

Il Decre­to è inoltre sta­to reg­is­tra­to alla Corte dei Con­ti al n. 1–2393.

Di questo impor­to quar­an­ta (40) mil­ioni sono impeg­nati a favore del Con­siglio di Baci­no Veronese per le opere in area vene­ta e ses­san­ta (60) a favore dell’Ufficio d’Ambito di Bres­cia per le opere in area lom­bar­da.

L’appello del­la Pres­i­dente del­la Comu­nità del Gar­da on. Mari­astel­la Gelmi­ni e del Pres­i­dente di ATS Gar­da Ambi­ente Gio­van­ni Peretti è ora riv­olto ai Pres­i­den­ti Daniela Ger­ar­di­ni dell’Ufficio d’Ambito di Bres­cia e Gian­lu­ca Del Bar­ba di Acque Bres­ciane s.r.l. affinché, quan­to pri­ma, sen­ti­ti anche i Sin­daci del­la Comu­nità del Gar­da e dell’ATS Gar­da Ambi­ente, si deci­da in mer­i­to all’ubicazione del depu­ra­tore in area bres­ciana, anche e soprat­tut­to alla luce di quan­to emer­so dal­lo stu­dio del prof. Gior­gio Bertan­za dell’Università di Bres­cia.

E’ sta­to pre­mi­a­to, con­clude Gelmi­ni, il lavoro sin­er­gi­co dei par­la­men­tari garde­sani, del­la Comu­nità del Gar­da, dell’ATS Gar­da Ambi­ente, di Gar­dauno S.p.A., di Azien­da Garde­sana Servizi che da alcu­ni anni, han­no pos­to come pri­or­i­taria la ques­tione, incon­tran­do anche a Salò nell’ottobre scor­so il Min­istro Gal­let­ti”.

Commenti

commenti