I vini Avanzi premiati alla prima edizione del Concorso Nazionale “Rosato d’Italia”, medaglia d’argento per il Brut Rosé Avanzi

Importanti riconoscimenti nazionali “rosati” degli Avanzi

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

I vini Avanzi han­no da poco rice­vu­to un impor­tante riconosci­men­to al 1° Con­cor­so Nazionale dei Vini Rosati, svoltosi in Puglia con il patrocinio del Min­is­tero delle Politiche Agri­cole, garante del­la seri­età e del­la pro­fes­sion­al­ità del con­cor­so. IL Rosé BRUT CHARMAT 2010 si è aggiu­di­ca­to il sec­on­do pos­to in ambito nazionale nel­la cat­e­go­ria Vini Spuman­ti Brut Doc. Gran men­zione anche per gli altri Rosé del­la famiglia: al Gar­da Clas­si­co Gio­van­ni Avanzi 2011 e al “80 Vendem­mie” Valtè­ne­si doc 2011 è sta­to con­fer­i­to il Diplo­ma di Mer­i­to nel­la cat­e­go­ria Rosati Tran­quil­li doc. La val­u­tazione dei vini è sta­ta effet­tua­ta da appo­site com­mis­sioni com­poste da degus­ta­tori, enolo­gi, som­me­li­er ed esper­ti. Al vaglio dell’autorevole giuria del Con­cor­so Nazionale “Rosato d’Italia” oltre tre­cen­to vini rosati prove­ni­en­ti dalle migliori can­tine ital­iane di alta gam­ma. A con­quistare la medaglia d’argento è sta­to pro­prio il Gar­da Rosé Brut D.o.c. Avanzi, piacev­ole, dal buon cor­po, dal col­ore rosa tenue che risalta nel­la nuo­va ed ele­gante bot­tiglia. Ottenu­to vinif­i­can­do le migliori uve di Grop­pel­lo, Bar­bera San­giovese e Marzemi­no, colti­vate a Polpe­nazze del Gar­da, il Gar­da Rosé Brut D.o.c,  regala al naso del­i­cate note di lievi­ti, frago­la e pesca. Ide­ale da sorseg­gia­re come aper­i­ti­vo o a tut­to pas­to, si sposa splen­di­da­mente con il pesce di lago e di mare.  La Can­ti­na Avanzi, da ottan­t’an­ni, vinifi­ca le migliori uve del Lago di Gar­da, pro­ducen­do i migliori vini e spuman­ti Gar­da Clas­si­co e Lugana. Con lo stes­so amore e la stes­sa pas­sione, la famiglia Avanzi pro­duce da tre gen­er­azioni anche un olio extravergine di oli­va a bassis­si­ma acid­ità, il pre­gia­to Olio Extravergine di Oli­va Gar­da d.o.p.  Quest’ultimo riconosci­men­to si aggiunge ai già numerosi pre­mi e riconosci­men­ti rice­vu­ti da con­cor­si nazion­ali ed inter­nazion­ali e ripa­ga la dedi­zione e gli sforzi che la can­ti­na Avanzi des­ti­nano alla qual­ità aut­en­ti­ca e al con­tin­uo miglio­ra­men­to nell’ottica di pros­eguire quel­la pas­sione e tradizione per i vini del Lago di Gar­da che fa di Avanzi un sinon­i­mo di sto­ria e pres­ti­gio.

Parole chiave: