In 2750 per la marcia dimezzata “Tra le mura di Lazise”

29/12/2014 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Ghi­ac­cio e neve bloc­cano la 6^ mar­cia ludico­motoria “Tra le mura di Lazise”. La parte­ci­pazione alla grande mara­tona pro­mossa dal grup­po sporti­vo Le Sgal­mare di Colà è sta­ta dimez­za­ta rispet­to alle scorse edi­zioni. Il ghi­ac­cio e la neve non han­no con­sen­ti­to di far effet­tuare ai mar­ci­a­tori il per­cor­so più lun­go, ovvero quel­lo dei 14 chilometri che con­sen­ti­va agli sportivi di goder­si la bellez­za del­la cam­pagna ed assi­cu­rar­si alcu­ni scor­ci di lago inedi­ti, oltre alle mer­av­iglie delle mura scaligere e del castel­lo.

Han­no ader­i­to alla man­i­fes­tazione 2750 atleti, incu­ran­ti del fred­do, delle pes­sime con­dizioni delle viuzze e delle strade adi­a­cen­ti il cen­tro stori­co, ma deter­mi­nati a non man­care all’ap­pun­ta­men­to lacisiense.

La neve di saba­to, ghi­ac­ciatasi poi nel­la notte ­ spie­ga Anto­nio Bonomet­ti, vicepres­i­dente de Le Sgal­mare ­ non ha con­sen­ti­to agli sportivi, giun­ti dal­la provin­cia veronese e da alcune lim­itrofe, di per­cor­rere il tragit­to più lun­go. Han­no trova­to ogget­tive dif­fi­coltà anche in quel­lo cor­to, die 7 chilometri, in quan­to tut­to il trat­to del lun­go­la­go sia Mar­coni che Cavazzocca­ Maz­zan­ti era ghi­ac­cia­to con grave pregiudizio per la sta­bil­ità e per l’e­qui­lib­rio. Ma qua­si tut­ti ce l’han­no fat­ta. E’ sta­to un cimen­ta­r­si ­ con­clude Bonomet­ti ­ con una situ­azione del tut­to nuo­va. Molti han­no comunque espres­so la mer­av­iglia del pae­sag­gio. Lazise con castel­lo e mura scaligere innevate è davvero uno spet­ta­co­lo irripetibile.”

Plau­do all’in­trapren­den­za di questi mar­ci­a­tori ­ ha sot­to­lin­eato il sin­da­co alle pre­mi­azioni dei grup­pi sportivi­ per­ché nonos­tante l’in­clemen­za del tem­po lo han­no sfida­to. Lo sport e la forza di volon­tà han­no vin­to anche la neve.”

Ser­gio Baz­er­la

Parole chiave: