Castiglione, multe salate a chi sgarra sui rifiuti

In arrivo il vigile ecologico

Di Luca Delpozzo
Elia Botturi

Con l’ap­provazione del con­siglio comu­nale, è entra­to in vig­ore il rego­la­men­to dei servizi di igiene urbana, pre­sen­ta­to in aula dal­l’asses­sore all’am­bi­ente, Rober­to Morat­ti. La dis­ci­plina si occu­pa di diver­si servizi iner­en­ti all’e­colo­gia e la pulizia del ter­ri­to­rio ed in par­ti­co­lare del­la rac­col­ta e del­lo smal­ti­men­to dei rifiu­ti e delle sanzioni con­seguen­ti alla vio­lazione delle regole.Fra gli aspet­ti più inter­es­san­ti, l’in­tro­duzione di multe per chi infrange la nor­ma­ti­va e la nuo­va figu­ra del­l’a­gente accer­ta­tore, una sor­ta di vig­ile ecologico.Svolgerà un’azione di sorveg­lian­za e con­trol­lo, con la facoltà di seg­nalare alle autorità com­pe­ten­ti le vio­lazioni alla leg­is­lazione vigente in materia.I ver­bali di accer­ta­men­to saran­no con­seg­nati imme­di­ata­mente ai trasgres­sori e mes­si a dis­po­sizione del­l’am­min­is­trazione dopo il vis­to del­l’uf­fi­cio ambi­ente del Comune e del­la Polizia municipale.Le multe, in base alla legge regionale, pos­sono vari­are dalle 50 alle 500 mila lire, ma per il momen­to il con­siglio comu­nale ha fis­sato una sanzione di 100 mila lire uguale per tutte le violazioni.Le infrazioni al rego­la­men­to che saran­no ril­e­vate e punite dal­l’a­gente accer­ta­tore sono numerose.Anzitutto non si potrà las­cia­re l’im­mon­dizia fuori dai cas­sonet­ti e male confezionata.I con­teni­tori non dovran­no essere spo­sta­ti dal­la sede dal­la sede pre­vista, i rifiu­ti non potran­no essere deposi­tati casual­mente nei cas­sonet­ti ma andran­no inser­i­ti in quel­li apposi­ti per ogni tipo di scarto.Multa per chi lascerà gli iner­ti (per lo più mate­ri­ale edilizio) nei nor­mali con­teni­tori stradali, così per chi abban­don­erà l’im­mon­dizia in luoghi non idonei.Vietato smaltire i rifiu­ti nei pozzetti stradali, sanzioni per chi rac­coglierà la frazione organ­i­ca in maniera erra­ta, per i tito­lari di pub­bli­ci eser­cizi che non man­ter­ran­no pulite le aree di loro per­ti­nen­za, per gli spet­ta­coli viag­gianti che lascer­an­no il suo­lo imbrat­ta­to, per i padroni di cani che non puli­ran­no i resti las­ciati dagli ani­mali e per chi dis­tribuirà volan­ti­ni, sal­vo che per la pro­pa­gan­da elet­torale e per le comu­ni­cazioni di enti o aziende pubbliche.