A vederla non sembrerebbe una motonave dedicata al servizio pubblico, ma uno yacht riservato ai «vip».

In cantiere Andromedala futura «ammiraglia»

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
L.D.P.

A ved­er­la non sem­br­erebbe una moton­ave ded­i­ca­ta al servizio pub­bli­co, ma uno yacht ris­er­va­to ai «vip».È la nuo­va «Androm­e­da», il mez­zo che nel­la prossi­ma pri­mav­era del 2008 entr­erà a fra parte del­la flot­ta come nuo­va «ammi­raglia» e nav­igherà sulle rotte del servizio pub­bli­co gardesano.Marcello Cop­po­la, il diret­tore di Nav­i­gar­la ne è entu­si­as­ta del mez­zo in alles­ti­men­to ai cantieri di Peschiera. La nuo­va imbar­cazione sarà capace di nav­i­gare a una veloc­ità di cir­ca 25 chilometri orari, trasportan­do, a pieno cari­co, 700 passeg­geri. La moton­ave, o «bat­tel­lo» come più famil­iar­mente ven­gono chia­mati sul Gar­da i mezzi pub­bli­ci in , è lun­ga 50 metri e larga 9,20, ha tre pon­ti, ed azion­a­ta da un paio di motori a propul­sione azimu­tale (ruotano a 360 gra­di for­nen­do all’imbarcazione una grande manovra­bil­ità), capaci di erog­a­re una poten­za di 400 chilowatt.Ovviamente, per quel­la che sarà l’«ammiraglia» del­la flot­ta bena­cense, sono sta­ti pre­visti tut­ti quegli accorg­i­men­ti tec­ni­ci e apparec­chia­ture sofisti­cate disponi­bili sul mercato.Con Androm­e­da sal­go­no a 26 le moton­avi in forza alla Nav­i­gar­da com­pre­si i due stori­ci «piroscafi», movi­men­tati con grosse pale: Zanardel­li e Italia in attiv­ità il pri­mo dal 1903 ed il sec­on­do nel 1908.«Andromeda è una nave molto mod­er­na, molto ele­gante – con­tin­ua l’ingegner Cop­po­la — che ricor­da da vici­no le gran­di navi da crociera. Entro quest’anno arriverà poi un’altra navet­ta di 24 metri, con capac­ità di un centi­naio di per­sone con la quale, sper­i­menter­e­mo una serie di servizi cir­co­lari, caden­za­ti in modo da miglio­rareil trasporto passeg­geri». (vedi immag­i­ni nel video in Gardanotizie)

Parole chiave: -