Il Comune ha aperto lo «Sportello affitto» per famiglie disagiate

In convenzione con la Cisl

04/11/2004 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Il Comune di Lona­to ha isti­tu­ito anche quest’anno lo Sportel­lo affit­to, con la fun­zione di rac­cogliere le richi­este di sosteg­no a famiglie che si tro­vi­no in con­dizioni di dis­a­gio. La doman­da di con­trib­u­to va pre­sen­ta­ta ogni mer­coledì, dalle 16.30 alle 18.30, all’Ufficio ; deve essere corre­da­ta di ogni dato per­son­ale oltre che red­di­tuale, del con­trat­to di affit­to con tutte le carat­ter­istriche dell’immobile in locazione. Il con­trib­u­to viene eroga­to dal­la Regione e per­centual­mente dal Comune per quan­to riguar­da le situ­azioni socio-eco­nomiche par­ti­co­lar­mente svan­tag­giate. È fon­da­men­tale che il con­trat­to di affit­to sia sta­to reg­is­tra­to sul ter­ri­to­rio del­la Lom­bar­dia e che l’alloggio in locazione sia la res­i­den­za prin­ci­pale e risul­ti occu­pa­to. L’intera oper­azione «Sportel­lo affit­to 2004» è gesti­ta dal Comune di Lona­to in con­ven­zione con la Caaf-Cisl di Bres­cia che non solo si occu­perà del­la rac­col­ta del­la doman­da, ma fornirà assis­ten­za nel­la com­pi­lazione nonché del­la trasmis­sione di ogni prat­i­ca. «C’è la con­sapev­olez­za — spie­ga l’assessore ai Servizi sociali For­men­ti — che il dirit­to ad accedere al con­trib­u­to di sosteg­no sia lega­to per neces­sità ad una serie di dif­fi­coltà buro­cratiche, per cui se l’utente non venisse affi­an­ca­to da per­son­ale esper­to rischierebbe di essere scor­ag­gia­to dal for­mu­la­re la richi­es­ta. Ci auguri­amo che anche quest’anno l’iniziativa pos­sa essere pos­i­ti­va, come sem­pre lo è sta­ta, con­sen­ten­do a parec­chie famiglie lonate­si di avere un aiu­to tan­gi­bile». L’operazione scade il 15 dicembre.

Parole chiave: -