E' tempo di bilancio e allo stesso tempo di programmi anche per la Compagnia Schützen di Arco

In marzo la cavalcata pasquale degli Schützen arcensi

02/01/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

E’ tem­po di bilan­cio e allo stes­so tem­po di pro­gram­mi anche per la Com­pag­nia Schützen di Arco. Il 2000 si è chiu­so con la rispolver­a­ta Fes­ta delle Coro­ne del­l’Avven­to (nel­la foto), che lo scor­so 3 dicem­bre ha riscos­so una parte­ci­pazione di cui gli orga­niz­za­tori sono rimasti più che sod­dis­fat­ti. I prossi­mi appun­ta­men­ti sono già sta­ti fis­sati. Il pri­mo, giovedì 25 gen­naio, è con la mes­sa che sarà cel­e­bra­ta pres­so l’er­e­mo di S.Paolo a Ceni­ga: doc­u­men­ti stori­ci attes­tano che ogni 25 gen­naio in occa­sione del­la ricor­ren­za del­la con­ver­sione di S.Paolo Apos­to­lo gli Schützen pre­sen­zi­a­vano al rito con i loro dis­tin­tivi e sten­dar­di. Molto più impeg­na­ti­va sarà la Cav­al­ca­ta di Pasqua pre­vista dal 25 mar­zo all’1 di aprile: ricor­dan­do l’an­ti­co ex voto del 1631 fat­to dal­l’ar­ciduches­sa Clau­dia Augus­ta (la quale tra l’al­tro con­cesse ad Arco il tito­lo di cit­tà), gli Schützen arcensi a cav­al­lo da Arco si recher­an­no ad Hall por­tan­do le pole d’ulivo.Il 20, 21 e 22 aprile si svol­gerà la Fes­ta di Rifon­dazione (il giu­ra­men­to) del­la Com­pag­nia con la benedi­zione del­la bandiera che è sta­ta real­iz­za­ta sul­la base del­la descrizione che ne fece Mar­cabri­ni nel suo mano­scrit­to del 1800. Nel­l’am­bito del­la fes­ta, alla quale parteciper­an­no numerosi rap­p­re­sen­tan­ti di altre com­pag­nie (tra cui quel­la in cui mili­ta il Con­te d’Ar­co Max­i­m­il­ian la Audor­fer), sono pre­visti spet­ta­coli che faran­no riv­i­vere il Castel­lo di Arco, teatro ide­ale per rie­vo­care antiche tradizioni e lavori delle nos­tre valli.