Arriva il porta a portaper risparmiaresulla bolletta dei rifiuti

In marzo spariscono i cassonetti

Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Anche Peschiera pas­sa al sis­tema por­ta a por­ta per la rac­col­ta dei rifiu­ti: una deci­sione a lun­go med­i­ta­ta ma resa inevitabile dalle per­centu­ali di reg­is­trate negli ulti­mi anni.«Non rius­ci­amo a dif­feren­ziare più del 30 — 32 per cen­to dei rifiu­ti», spie­ga il sin­da­co . «Un dato ritenu­to insuf­fi­ciente dal­la e che per il tri­en­nio 2003 — 2006 ci è costa­to 32mila euro di eco­tas­sa». «E per il 2007», con­tin­ua, «Venezia ha con­fer­ma­to che i Comu­ni che non con­feriscono alle dis­cariche rifiu­ti dif­feren­ziati in per­centu­ali sig­ni­fica­tive dovran­no appli­care ai cit­ta­di­ni l’ecotassa in bolletta».Inevitabile a questo pun­to la revi­sione del sis­tema di rac­col­ta anche alla luce del fat­to che i ter­ri­tori con­fi­nan­ti con Peschiera han­no già adot­ta­to il sis­tema por­ta a porta.«Valutata la situ­azione e le pos­si­bili soluzioni con l’assessore all’ambiente Gian­lu­ca Fio­rio e i nos­tri tec­ni­ci, siamo giun­ti alla scelta di orga­niz­zare anche noi il por­ta a por­ta che par­tirà, però, in momen­ti diver­si a sec­on­da delle zone del territorio».La nuo­va modal­ità di servizio ver­rà illus­tra­ta lunedì alle 20.30 al Beato Andrea. Il por­ta a por­ta pren­derà il via il prossi­mo 4 mar­zo per il cen­tro stori­co e le aree a sud dell’autostrada Bres­cia-Pado­va: in queste zone i cas­sonet­ti stradali saran­no rimossi, con la sola eccezione delle cam­pane per il vetro, e la rac­col­ta ver­rà effet­tua­ta casa per casa, in giorni presta­bil­i­ti a sec­on­da delle tipolo­gie di rifiuti.«Dopo l’estate par­tire­mo anche nel resto del ter­ri­to­rio, dove abbi­amo bisog­no di un po’ più di tem­po per orga­niz­zarci data la pre­sen­za di strut­ture come campeg­gi e res­i­dences. L’amministrazione», sot­to­lin­ea Chin­car­i­ni, «si è conc­re­ta­mente impeg­na­ta per creare il minor dis­a­gio pos­si­bile alle famiglie con­te­nen­do i costi e dan­do un servizio sod­dis­facente. Adesso serve l’impegno di ognuno di noi, come cit­tadi­no, per far sì che il nuo­vo servizio si svol­ga in maniera cor­ret­ta e con­forme alle leg­gi vigen­ti e pro­d­u­ca i suoi effet­ti pos­i­tivi anche in ter­mi­ni di tutela dell’ambiente».