Dalla Comunità del Garda

In memoria dell’avv. Luigi Canepa

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

A un anno dal­la sua scom­parsa ricor­dare la figu­ra del­l’avvo­ca­to Lui­gi Canepa, a lun­go Seg­re­tario Gen­erale del­la , sig­nifi­ca riflet­tere. Mag­is­tra­to, Avvo­ca­to, esper­to di leg­is­lazione, era venu­to sul Gar­da con la famiglia, come scelta di vita e di ambi­ente. Era uomo di grande cul­tura e di visioni ampie. Per questo si innamorò del­l’idea di un Gar­da uni­to, grande, civile, atten­to alla cul­tura e ad un ordi­na­to svilup­po. Fu un inde­fes­so costrut­tore di unità, per super­are i munic­i­pal­is­mi, il provin­cial­is­mo, l’ig­no­ran­za ridut­ti­va del val­ore di tut­to; per aprir­si con tut­ta la nos­tra regione garde­sana alle altre regioni d’Eu­ropa. Cre­de­va con grande fidu­cia nel­la comu­nità, nel­la neces­sità di pro­pos­ta, era amareg­gia­to spes­so dal­la rasseg­nazione delle popo­lazioni e dei loro rap­p­re­sen­tan­ti alla dis­unione ammin­is­tra­ti­va, polit­i­ca, isti­tuzionale. Ha dato molto al Gar­da, in impeg­no, dot­t­ri­na, lavoro e per­se­ver­an­za. È sta­to un costrut­tore. Non so se ce lo siamo meritato.

Parole chiave: