Il riconoscimento dell’assessore regionale Albertoni per le opere d’arte della collezione locale

In mostra a Milano 83 opere della Civica raccolta

31/01/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Ottan­ta­tre dis­eg­ni apparte­nen­ti alla Civi­ca rac­col­ta del dis­eg­no di Salò saran­no esposti al del­la Per­ma­nente di (via Turati, 34) dal 2 feb­braio al 2 mar­zo 2006 (orario: 10–13 e 14.30–18.30, ingres­so libero, chiu­so il lunedì). La mostra, inti­to­la­ta «Silen­zio e splen­dore del seg­no», è sta­ta pre­sen­ta­ta ieri in con­feren­za stam­pa dall’assessore alle Cul­ture, iden­tità e autonomie del­la Lom­bar­dia Ettore Alber­toni, e dal sin­da­co di Salò . Le opere scelte (dall’esistenzialismo al sur­re­al­is­mo, allo spazial­is­mo) rap­p­re­sen­tano un sig­ni­fica­ti­vo spac­ca­to di una collezione che può con­tare oggi su oltre 600 pezzi di 350 tra i più impor­tan­ti artisti ital­iani con­tem­po­ranei. La Civi­ca rac­col­ta del dis­eg­no di Salò ha oltre 20 anni di vita (la fon­dazione è del 1983) e cos­ti­tu­isce un esem­pio uni­co di con­ser­vazione di un ric­chissi­mo pat­ri­mo­nio che è parte inte­grante del­la sto­ria dell’arte ital­iana. Dopo aver espres­so il pro­prio apprez­za­men­to per l’iniziativa, Alber­toni ne ha sot­to­lin­eato in par­ti­co­lare il val­ore sul fronte del tur­is­mo cul­tur­ale. «Un tur­is­mo cul­tur­ale di qual­ità — ha det­to l’assessore — non si può basare sul richi­amo di una sin­go­la pic­co­la realtà ma su un richi­amo costante basato su una serie di inizia­tive». Alber­toni ha ricorda­to alcu­ni dei prin­ci­pali prog­et­ti che ha pro­mosso e sostenu­to in provin­cia di Bres­cia: il Museo delle e il Museo dell’Industria Euge­nio Bat­tisti a Bres­cia, i pro­gram­mi già con­clusi e in cor­so di real­iz­zazione a Mon­tichiari, a Civi­date Camuno e in tut­to l’Alto Garda.