Un’originale manifestazione dedicata alle automobiline, moto e biciclettine del Novecento. Gara riservata agli under 10, mostra per gli adulti al castello

In pista le macchinine a pedali

04/12/2002 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Malcesine

Un par­ti­co­lare e sin­go­lare appun­ta­men­to quel­lo di Mal­ce­sine fis­sato per il 22 dicem­bre all’interno del castel­lo scaligero. Non abbi­amo ricor­di che pri­ma d’ora si fos­se svol­ta una man­i­fes­tazione sim­i­le: si trat­ta infat­ti del «1° Gran Pre­mio Cit­tà di Mal­ce­sine per auto­mo­to­bi­ci­clet­tine d’epoca». Sev­era­mente vieta­to agli adul­ti… vedrà la parte­ci­pazione di piloti under 10 anni, pos­si­bil­mente abbigliati con abiti d’epoca, a con­durre le ormai mitiche «mac­chi­nine a ped­ali» ed altri marchingeg­ni. Ai «gran­di» non resterà che la sod­dis­fazione di potere assis­tere alla com­pe­tizione ed ammi­rare l’insolita ed inedi­ta mostra di auto­mo­bi­line, moto, bici ed altri giochi popo­lari «a misura di bam­bi­no». L’esposizione resterà nel­la cit­tà lacus­tre dal 7 dicem­bre al 6 gen­naio 2003. Da sot­to­lin­eare l’assoluta novità del­la mostra e del­la gara, forte­mente volute ed orga­niz­zate dal locale Fer­rari Club con la col­lab­o­razione dell’istituzione «Mal­ce­sine Più», dalle autorità locali e gra­zie alla parte­ci­pazione di alcu­ni collezion­isti stori­ci ital­iani che met­ter­an­no a dis­po­sizione del pub­bli­co i «pic­coli gioiel­li» e i gran­di sog­ni dei bam­bi­ni dai pri­mi ’900 sino agli anni Set­tan­ta. Cer­to, ora esistono mac­chi­nine elet­triche e giochi elet­tron­i­ci di otti­ma fat­tura, ma che poco han­no a che fare con la povertà e la fan­ta­sia di quei tem­pi, quan­do con un asse di leg­no e tre cus­cinet­ti a sfera regalati dall’amico mec­ca­ni­co, si era già in pos­ses­so di un bolide pron­to a sfi­dare le più ripi­de discese delle poche strade asfal­tate esisten­ti. L’arte di arran­gia­r­si e costru­ire pic­cole auto in leg­no o ricavare un «mos­qui­to» da vec­chie bici­clette, sti­mola­va ancor più la fan­ta­sia dei «ragazz­i­ni d’allora», facen­doli sen­tire piloti al pari di Fan­gio, Cabi­an­ca o Ascari. Bas­ta­vano un «car­ret­ti­no» od una «mac­chin­i­na a ped­ali» e tante sbuc­cia­ture alle ginoc­chia. Tan­ti ricor­di, quin­di, per gli adul­ti, un tuffo nel pas­sato per i bam­bi­ni che parteciper­an­no al 1° GP di auto­mo­to­bi­ci­clet­tine di una vol­ta. Un’idea orig­i­nalis­si­ma e, a nos­tra memo­ria, la pri­ma del genere in Italia. Il tut­to a Mal­ce­sine, sul dal 7 dicem­bre al 6 gen­naio. Per ricor­dare, risco­prire o sco­prire… comunque e sem­pre con occhi da bam­bi­ni. Per riu­nire, nel gio­co, non­ni, gen­i­tori e figli e chissà… forse per capire, assieme, quel­lo che è il grande gio­co del­la vita.

Parole chiave: