Puegnago si presenta

In un nuovo libro

16/09/2001 in Cultura
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Bor­go incas­to­na­to nell’anfiteatro moreni­co del­la Valte­n­e­si, si affac­cia sul da una ter­raz­za nat­u­rale imm­er­sa nel verde aper­ta al sole”: inizia così la pre­sen­tazione, scrit­ta dal sin­da­co , del nuo­vo vol­ume fres­co di stam­pa, ded­i­ca­to a “Pueg­na­go del Gar­da”. Un rac­con­to in prevalen­za fotografi­co, edi­to da “La fotografi­ca” di Pia­cen­za, capace di far apprez­zare carat­ter­is­tiche, sto­ria e fol­clore di questo mer­av­iglioso comune del­la Valte­n­e­si. Pagine fotogra­fiche quin­di con essen­ziali spun­ti di sto­ria che accom­pa­g­nano il let­tore in un piacev­ole viag­gio attra­ver­so vie, piazze, colline, natu­ra e, soprat­tut­to, borghi e frazioni in una veste grafi­ca piacev­ole ed accat­ti­vante. Alcu­ni dei testi sono sta­ti trat­ti da un prece­dente vol­ume anch’esso tito­la­to “Pueg­na­go del Gar­da”, scrit­to da Mosè Berti­ni, nel quale invece è la parte scrit­ta ad avere la prevalen­za su quel­la visi­va. Insom­ma due volu­mi che non si annul­lano uno con l’altro ma anzi in un cer­to sen­so vano ad inte­grar­si fra di loro offren­do­ci un ampia ed esauri­ente doc­u­men­tazione stor­i­ca. Nel vol­ume, pre­sen­ta­to nel cor­so del­la recente Fiera l’autore, Ita­lo Carel­la ha volu­to accom­pa­gnare il tur­ista, ma anche il locale in una sor­ta di passeg­gia­ta in cui tut­to quan­to esista e si pos­sa incon­trare sem­bra avere qual­cosa da rac­con­tare. E quin­di immag­i­ni panoramiche inter­ca­late da vigneti, fiori, par­ti­co­lari e, spes­so immag­i­ni sug­ges­tive come quel­la ad esem­pio scat­ta­ta dall’interno ed ai pieni del­la torre cam­pa­naria recen­te­mente restau­ra­ta, capace di creare inim­itabili sug­ges­tioni. Non man­cano ovvi­a­mente spazi ded­i­cati agli edi­fi­ci reli­giosi, spes­so sconosciu­ti ai più ed un intero capi­to­lo all’agricoltura ed i suoi prodot­ti come l’uva ed il , il miele, olivi ed olio extravergine, tartu­fi e fiori come il mer­av­iglioso fior di loto che cresce spon­tanea­mente e copioso nei laghet­ti di Soveni­go. Insom­ma un invi­to a vistare il ter­ri­to­rio di Pueg­na­go, mag­a­ri con il nuo­vo vol­ume fra le mani in modo da pot­er pren­dere con­tat­to diret­to con quel­lo che Pueg­na­go e le sue colline san­no offrire. I testi del vol­ume sono tradot­ti anche in tedesco in modo da pot­er diventare anche un’utile stru­men­to infor­ma­ti­vo ai numerosi ospi­ti d’oltralpe che nei peri­o­di estivi amano sco­prire oltre al lago di Gar­da anche il suo entroterra.

Parole chiave: -