Venerdì mattina il taglio del nastro dell’impianto di produzione d’energia

In zona Maglio, si inaugurala nuova centrale idroelettrica

14/05/2008 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Dopodomani a Lona­to, a due anni dall’inizio dei lavori, alle ore 10,30 si ianugu­ra in local­ità Maglio la nuo­va Cen­trale idroelet­tri­ca. L’impianto, che sfrut­ta un salto d’acqua di cir­ca 9 metri del­la Rog­gia Lona­ta, con l’opera di pre­sa in local­ità Salera ha com­por­ta­to un inves­ti­men­to di cir­ca 2,1 mil­ioni di euro con una poten­za instal­la­ta di 300 Kw e prevede una pro­duzione media annua di 2 mil­ioni di chilowatt/ora.La pro­duzione di ener­gia derivante da una fonte rin­nov­abile come la cen­trale idroelet­tri­ca del Maglio di Lona­to, che si aggiunge alla pro­duzione di tre impianti già esisten­ti e real­iz­za­ti in pas­sato con la ril­e­vante parte­ci­pazione del Con­sorzio di Bonifi­ca del Medio Chiese (cen­trale idroelet­tri­ca di Cal­ci­na­to, l’impianto di Sala­go a Bedi­z­zole e la cen­trale idroelet­tri­ca di Esen­ta di Lona­to), con­tribuisce ad un notev­ole ben­efi­cio in ter­mi­ni ambi­en­tali oltre che eco­nomi­ci. Infat­ti questo tipo di impianto asso­cia alla pro­duzione di ener­gia la totale assen­za di gas che alteri­no il cli­ma dell’ambiente.