Sul palco dell’inaugurazione di venerdì 5, protagonisti assoluti i Groppelli, le Grappe e gli imprenditori di questi lidi”.

Inaugurata la 32a Fiera di Puegnago

Di Luca Delpozzo

La 32ma Fiera di Pueg­na­go del Gar­da, vet­ri­na dei sapori e dei pro­fu­mi del ter­ri­to­rio garde­sano è in cartel­lone fino a lunedì 8 nel sug­ges­ti­vo entroter­ra valte­n­esino, affac­cia­to al lago più grande d’Italia. La rasseg­na, dal riconosci­men­to regionale, ha una pro­pos­ta che si estende dalle eccel­len­ze di queste terre, il rosso Grop­pel­lo e l’olio del­la vari­età Casali­va, a con­fi­ni più ampi, a quel­li dell’intero Paese, con gli oli monocul­ti­var di ben 16 regioni d’Italia e le Grappe delle 3 regioni che si affac­ciano al Benaco.Una 4 giorni tradizionale e qual­i­fi­ca­ta – orga­niz­za­ta dal Comune di Pueg­na­go e dal Comi­ta­to Fiera con il sup­por­to di una lun­ga schiera di Enti region­ali e nazion­ali -, che pros­egue nel suo prog­et­to di rin­no­va­men­to sen­za dimen­ti­care le orig­i­ni di sagra popo­lare e la pas­sione che la animano.Venerdì 5, in un “gio­co” intriso di degus­tazioni, musiche ed intrat­ten­i­men­ti tra le con­trade del paese, la cena inau­gu­rale orga­niz­za­ta dal Comune e dal comi­ta­to Fiera in Castel­lo, ha fat­to da cor­nice ad attese pre­mi­azioni. Ampio il parterre di autorità: l’europarlamentare Francesco Fer­rari, l’Assessore alle Fiere e Mer­cati del­la Fran­co Nicoli Cris­tiani, il vicepres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia Aris­tide Peli, i con­siglieri provin­ciali Vig­ilio Bet­tin­soli ed Isidoro Berti­ni, sin­daci ed asses­sori di tut­ta la Valtè­ne­si, patria esclu­si­va delle eccel­len­ze autoc­tone pre­sen­tate sui banchi di ques­ta Fiera. A far gli onori di casa, il pri­mo cit­tadi­no di Pueg­na­go , l’assessore al tur­is­mo del comune valte­n­esino Tiberio Prati e Sil­vano Zanel­li pres­i­dente del Comi­ta­to del­la Fiera e dell’AIPOL di Brescia.A riti­rare la “Men­zion d’onore 2008” per il con­cor­so “Grop­pel­lo d’Oro e Grop­pel­lo Ris­er­va d’Oro”, selezionati tra 32 preziosi rossi dai “Cav­a­lieri del­la Luna d’agosto” nom­i­nati dal­la Cam­era di Com­mer­cio di Bres­cia, sono sal­i­ti sul podio il grop­pel­lo dell’azienda agri­co­la Mon­tea­cu­to di Anto­nio Leali di Pueg­na­go ed il “grop­pel­lo ris­er­va” delle Can­tine F.lli Tur­ri­na di Moni­ga. Al loro segui­to — “dec­re­tati da selezioni molto severe”, ha sot­to­lin­eato nel cor­so del­la con­seg­na Gian­fran­co Com­in­ci­oli -, 9 “otti­mi” sono sta­ti dis­tribuiti in lun­go e in largo in tut­ta la Valtè­ne­si: all’ di Desen­zano, alla “Nov­el­li Giuseppe” di San Felice del Bena­co, all’Azienda “Le Videlle” di Raf­fa di Pueg­na­go, alla “Averol­di Francesco” di Bedi­z­zole, alla “Due pini” di Polpe­nazze, all’Azienda “Le Gaine” di Bedi­z­zole, alla Bergogni­ni di Polpe­nazze, alla “Guar­da” di Mus­co­l­ine, all’Azienda San Gio­van­ni di Pasi­ni di Raf­fa di Puegnago.Sul pal­co di ven­erdì 5 anche le grappe. A sfi­lare in quel di Pueg­na­go ben 100 “acqua­vi­tae” di Lom­bar­dia, Trenti­no e Vene­to, tra le quali 47 han­no super­a­to la media pon­der­a­ta di 78 pun­ti. Il tut­to per il pres­ti­gioso 13° con­cor­so inter­re­gionale “Alam­bic­co del Gar­da”. La medaglia d’oro, una per set­tore — con­seg­na­ta dal vice-pres­i­dente nazionale dell’ANAG Luca Sighel e dal pres­i­dente provin­ciale e vicepres­i­dente del­la Lom­bar­dia Mari­no d’Amonti — è anda­ta alla Grap­pa Terold­ego di Vil­la de Var­da di Mez­zolom­bar­do per le grappe Gio­vani, alla “Trenti­na Mosca­to” del­la dis­til­le­ria Pisoni di Per­golese tra le gio­vani aro­matiche, alla “grap­pa di amarone” del­la dis­til­le­ria Mas­chio di Mon­te­forte d’Alpone, alla “bar­rique” del­la De Negri di Vit­to­rio Vene­to tra le invec­chi­ate, alla “milles­i­ma­ta di mosca­to” del­la Can­ti­na stor­i­ca di Mon­tù Bec­ca­ria tra le invec­chi­ate aro­matiche, alla “grap­pa di grop­pel­lo” dell’azienda Piet­ta di Mus­co­l­ine tra le grappe di grop­pel­lo monovit­ig­no, all’acquavite d’uva mal­va­sia del­la Can­ti­na Stor­i­ca di Mon­tù Bec­ca­ria tra il set­tore delle acqua­vi­ti d’uva gio­vani aromatiche.E per non sfatare il “non c’è il due sen­za il tre”, l’inaugurazione è sta­ta anche occa­sione di un nuo­vo pre­mio all’operosità e alla capac­ità di questi lidi. Comune di Pueg­na­go e Provin­cia di Bres­cia – in par­ti­co­lare l’Assessorato alle Attiv­ità Pro­dut­tive guida­to dal vice-pres­i­dente Aris­tide Peli – han­no pre­mi­a­to con 5 medaglie d’oro fre­giate del mot­to “sic vos = non vobis” che fron­teggia sul bel palaz­zo comu­nale, 5 impren­di­tori di aziende site in Pueg­na­go del Gar­da, oper­ose nei diver­si set­tori dell’agricoltura, del com­mer­cio, del­la ricettiv­ità, dell’industria e dell’artigianato. Con l’emozione di chi ha assec­onda­to con pas­sione le pro­prie capac­ità, si sono suc­ce­du­ti sul pal­co Bruno Fran­zosi delle omon­ime can­tine, More­na Fuci­na dell’Agriturismo “I Veg­her”, Elio Fer­rari del­la dit­ta Elma Spa, Rena­to Zan­ca, ammin­is­tra­tore del­e­ga­to del­la Mes­dan Spa e Costan­ti­no Per­di­ni tito­lare del­la Stam­per srl.Il tut­to per una Fiera incisa nel ter­ri­to­rio, come recita il suo “clime”, “for­ev­er”, per sempre.