Inaugurata a Montichiari (BS) la 86a edizione di F.A.Z.I.

15/02/2014 in Attualità, Fiere
Di Luigi Del Pozzo

Alla pre­sen­za di numerose autorità è sta­ta inau­gu­ra­ta sta­mani, pres­so il Polofieriti­co di Mon­tichiari, la 86a edi­zone del­la F.A.Z.I., la Fiera Agri­co­la del­la Ital­iana. Nata in un polo stori­ca­mente lega­to al mer­ca­to zootec­ni­co fin dall’epoca medievale, oggi la FAZI — Fiera Agri­co­la Zootec­ni­ca Ital­iana di Mon­tichiari pro­muove l’agricoltura in maniera trasver­sale, por­tan­do nei padiglioni del quartiere espos­i­ti­vo servizi, mac­chine e attrez­za­ture agri­cole, attrez­za­ture e prodot­ti per la zootec­nia, soluzioni per le stalle e le strut­ture di ricovero e all­e­va­men­to degli ani­mali, ma anche impianti per la pro­duzione di ener­gia da fonti rin­nov­abili per ridurre i costi di ges­tione delle aziende agri­cole e per offrire nuove oppor­tu­nità di busi­ness in cam­po energetico.

La super­fi­cie espos­i­ti­va ded­i­ca­ta alla FAZI — Fiera Agri­co­la Zootec­ni­ca Ital­iana sarà di 40.000 metri qua­drati cop­er­ti, di cui oltre 6.000 intera­mente ded­i­cati alle mostre zootecniche.

Numerosi e qual­i­fi­cati gli appun­ta­men­ti con la zootec­nia alla FAZI — Fiera Agri­co­la Zootec­ni­ca Ital­iana di Mon­tichiari, con un pro­gram­ma ric­co e di alto livello.

Nel padiglione ris­er­va­to alle mostre ed even­ti zootec­ni­ci, ver­ran­no pro­posti il Win­ter Show, mostra bovi­ni da lat­te del­la raz­za Frisona ital­iana. Un appun­ta­men­to da sem­pre impor­tante per la zootec­nia bres­ciana ed ital­iana che, anche in ques­ta occa­sione, sarà pre­sente in forze sot­to la bandiera dell’Associazione provin­ciale all­e­va­tori, schieran­do il meglio del­la pro­pria genealogia.

Sono atte­si al Win­ter Show un centi­naio di ani­mali, pre­sen­tati da una quindic­i­na dei migliori all­e­va­men­ti del­la provin­cia che, come sot­to­lin­ea il pres­i­dente dell’Apa di Bres­cia, Ger­mano Pè, “è la pri­ma provin­cia zootec­ni­ca d’I­talia ed in ques­ta man­i­fes­tazione tro­va un impor­tante riscon­tro dei suoi pri­mati anche sul fronte del­la selezione”.

Non mancher­an­no, come da tradizione, gli spazi ris­er­vati alle razze equine con l’esposizione di esem­plari di cav­al­lo Haflinger e di marem­mano. E col tradizionale “bat­tes­i­mo del­la sel­la”, even­to in gra­do di calamitare sem­pre grande attenzione.

Sono con­fer­mate, inoltre, le mostre cuni­co­la ed avi­co­la, con ani­mali orna­men­tali e di bas­sa corte. Sono pre­visti cir­ca 550 capi cuni­coli, prove­ni­en­ti da 50 all­e­va­men­ti di tut­to il nord Italia con tutte le razze iscritte al reg­istro ana­grafi­co dei conigli.

Con la FAZI il si con­fer­ma cuore dell’agricoltura e luo­go di con­fron­to e cresci­ta per le imp­rese del comparto.

Gra­zie alla qual­ità dell’offerta espos­i­ti­va, inizia­tive ed even­ti zootec­ni­ci di liv­el­lo, la fiera rap­p­re­sen­ta un esem­pio con­cre­to di mar­ket­ing ter­ri­to­ri­ale. “Par­liamo al ter­ri­to­rio, alle imp­rese del set­tore agri­co­lo, ma anche agli stu­den­ti di agraria – dichiara il diret­tore del Cen­tro Fiera di Mon­tichiari, Ezio Zorzi -. Il coin­vol­gi­men­to delle scuole nelle gare di giudizio sul­la mor­folo­gia degli ani­mali, è uno degli ele­men­ti di atten­zione che riv­ol­giamo ai più gio­vani, in lin­ea con quan­to fa la Pac a liv­el­lo europeo ver­so gli impren­di­tori under 35”.

Quest’anno mol­ta atten­zione sarà ded­i­ca­ta alle nuove prospet­tive offerte dalle mis­ure del­la Polit­i­ca agri­co­la comu­ni­taria, che ha vis­to di recente l’approvazione dei rego­la­men­ti uffi­ciali in Europa e che, gra­zie all’accordo fra min­is­tero delle Politiche agri­cole e Regioni, ricor­da Zorzi, “porterà all’agricoltura lom­bar­da oltre 131 mil­ioni di euro in più per il peri­o­do 2014–2020”.