Il monumento dedicato al carabiniere è stato realizzato per iniziativa dell’Associazione Carabinieri con la collaborazione dell’Arma in servizio ed il patrocinio delle Amministrazioni comunali di Desenzano, Pozzolengo e Sirmione

Inaugurato il monumento ai carabinieri

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
e.mor.

È sta­to inau­gu­ra­to ieri mat­ti­na a Desen­zano il mon­u­men­to ded­i­ca­to al cara­biniere real­iz­za­to per inizia­ti­va dell’Associazione con la col­lab­o­razione dell’Arma in servizio ed il patrocinio delle Ammin­is­trazioni comu­nali di Desen­zano, Poz­zolen­go e Sirmione. L’opera, scop­er­ta nel cor­so di una solenne cer­i­mo­nia, rap­p­re­sen­ta il cara­biniere vesti­to nel­la stor­i­ca grande uni­forme del 1848. La stat­ua in bron­zo, alta 185 cm è sta­ta real­iz­za­ta con la tec­ni­ca del­la cera per­sa nel­la fonde­ria d’arte Briman di Verona. Pog­gia su un piedis­tal­lo cos­ti­tu­ito da tre bloc­chi di mar­mo rosa di Bot­ti­ci­no. È opera dell’artista Ange­lo Angi­ni, di Nove (Vicen­za), scul­tore, poeta e pit­tore che ha al suo atti­vo numerose impor­tan­ti real­iz­zazioni a com­in­cia­re dal­la Por­ta San­ta di S. Pietro per il Giu­bileo. Il mon­u­men­to è sta­to col­lo­ca­to in piaz­za Garibal­di all’ombra di due sec­o­lari pla­tani, così come sec­o­lare è l’Arma dei . Il mon­u­men­to è sta­to pos­to a ricor­do di quan­ti han­no sac­ri­fi­ca­to la vita a dife­sa delle isti­tuzioni. Alla cer­i­mo­nia han­no parte­ci­pa­to moltissi­mi apparte­nen­ti dell’Arma in con­ge­do ed in servizio; il sin­da­co di Desen­zano, Felice Anel­li; la Giun­ta comu­nale; il prefet­to Alber­to De Muro; il colon­nel­lo Carmine Adi­nolfi, coman­dante provin­ciale dei ; il cap­i­tano Fran­co Giandino­to, coman­dante del­la Com­pag­nia desen­zanese; la Fan­fara dei Lom­bar­dia; rap­p­re­sen­tan­ti di Asso­ci­azioni com­bat­ten­tis­tiche e d’Arma e tan­tis­si­mi desen­zane­si. Nel­la cir­costan­za Desen­zano ha anche ospi­ta­to il Raduno inter­provin­ciale dell’Arma in con­ge­do. I dis­cor­si di rito sono sta­ti pro­nun­ciati dal sin­da­co Felice Anel­li, da Mario Arduino e dal gen­erale di Cor­po d’Armata, Ser­gio Fan­tozzi­ni. È toc­ca­to al pres­i­dente dei in con­ge­do di Desen­zano, Cosi­mo Ven­neri, donare sim­boli­ca­mente il mon­u­men­to alla cit­tà, con la let­tura di una perga­me­na poi con­seg­na­ta al sin­da­co. Nel pomerig­gio, alle 18, applau­di­ta l’esibizione al cam­po sporti­vo Tre Stelle del Grup­po cinofili volon­tari dell’Arma in con­ge­do di Robec­co d’Oglio. (e. mor.)

Parole chiave: