Il monumento dedicato al carabiniere è stato realizzato per iniziativa dell’Associazione Carabinieri con la collaborazione dell’Arma in servizio ed il patrocinio delle Amministrazioni comunali di Desenzano, Pozzolengo e Sirmione

Inaugurato il monumento ai carabinieri

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

È stato inaugurato ieri mattina a Desenzano il monumento dedicato al carabiniere realizzato per iniziativa dell’Associazione Carabinieri con la collaborazione dell’Arma in servizio ed il patrocinio delle Amministrazioni comunali di Desenzano, Pozzolengo e Sirmione. L’opera, scoperta nel corso di una solenne cerimonia, rappresenta il carabiniere vestito nella storica grande uniforme del 1848. La statua in bronzo, alta 185 cm è stata realizzata con la tecnica della cera persa nella fonderia d’arte Briman di Verona. Poggia su un piedistallo costituito da tre blocchi di marmo rosa di Botticino. È opera dell’artista Angelo Angini, di Nove (Vicenza), scultore, poeta e pittore che ha al suo attivo numerose importanti realizzazioni a cominciare dalla Porta Santa di S. Pietro per il Giubileo. Il monumento è stato collocato in piazza Garibaldi all’ombra di due secolari platani, così come secolare è l’Arma dei carabinieri. Il monumento è stato posto a ricordo di quanti hanno sacrificato la vita a difesa delle istituzioni. Alla cerimonia hanno partecipato moltissimi appartenenti dell’Arma in congedo ed in servizio; il sindaco di Desenzano, Felice Anelli; la Giunta comunale; il prefetto Alberto De Muro; il colonnello Carmine Adinolfi, comandante provinciale dei carabinieri; il capitano Franco Giandinoto, comandante della Compagnia desenzanese; la Fanfara dei Carabinieri Lombardia; rappresentanti di Associazioni combattentistiche e d’Arma e tantissimi desenzanesi. Nella circostanza Desenzano ha anche ospitato il Raduno interprovinciale dell’Arma in congedo. I discorsi di rito sono stati pronunciati dal sindaco Felice Anelli, da Mario Arduino e dal generale di Corpo d’Armata, Sergio Fantozzini. È toccato al presidente dei Carabinieri in congedo di Desenzano, Cosimo Venneri, donare simbolicamente il monumento alla città, con la lettura di una pergamena poi consegnata al sindaco. Nel pomeriggio, alle 18, applaudita l’esibizione al campo sportivo Tre Stelle del Gruppo cinofili volontari dell’Arma in congedo di Robecco d’Oglio. (e. mor.)

e.mor.
Parole chiave:

Commenti

commenti