La cerimonia alla presenza di numerose autorità e del sottosegretario agli Esteri Alfredo Mantica

Inaugurato il nuovo sito del monumento ai Caduti di Monzambano

11/03/2010 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Elisa Turcato

 E’ inizia­ta con la sfi­la­ta delle autorità dal piaz­za­le del­la chiesa intorno alle 10.30, l’inaugurazione del nuo­vo sito ris­er­va­to al Mon­u­men­to ded­i­ca­to ai Cadu­ti di tutte le Guerre.L’opera pos­ta ai pie­di del cen­tro abi­ta­to, fu inau­gu­ra­ta il quat­tro novem­bre 1955: oggi, dopo esat­ta­mente 55 anni, è sta­ta smon­ta­ta e trasferi­ta all’ingresso del paese, con l’obiettivo di val­oriz­zare una zona pub­bli­ca di dis­cre­to val­ore, attual­mente uti­liz­za­ta per la sos­ta di qualche auto­mo­bile. Tut­tavia nel 1924, la stes­sa area vede­va sorg­ere una delle ville più impor­tan­ti dell’epoca, Vil­la Tubi­no. Ecco le parole del Pri­mo Cit­tadi­no, Mau­r­izio Pel­lizzer: “Abbi­amo pre­sen­ta­to pre­ven­ti­va­mente il prog­et­to alle asso­ci­azioni d’arma locali, e con­frontan­do­ci con loro abbi­amo ridefini­to la nuo­va loca­tion del mon­u­men­to”. E spie­ga: “La zona, infat­ti, in cui il Mon­u­men­to è attual­mente col­lo­ca­to, sarà inter­es­sa­ta dal posizion­a­men­to di un rondò, il quale garan­tirà l’accesso sicuro ad alcune zone res­i­den­ziali. Abbi­amo pen­sato, quin­di, di garan­tire mag­gior inco­lu­mità per i fruitori, spo­stan­do l’architettura in Via Marconi.”Alla pre­sen­za del Sot­toseg­re­tario agli Affari Esteri, Sen­a­tore Alfre­do Man­ti­ca, con le Asso­ci­azioni d’Arma spie­gate al gran com­ple­to, alle autorità locali e a tut­ti i pre­sen­ti, han­no pre­sen­zi­a­to: il pic­chet­to del­la Caser­ma IV Reg­g­i­men­to Artiglieria Con­traerei di Man­to­va per con­fluire l’onore alle autorità, gli alun­ni del­la scuo­la pri­maria e sec­on­daria di Mon­zam­bano, i quali han­no recita­to alcune opere poet­iche di Ungaret­ti e Qua­si­mo­do, il neo cos­ti­tu­ito coro di Voci Bianche con l’Inno di Mameli, la Fan­fa­ri­na del Nas­tro Azzur­ro di Bres­cia, il cap­pel­lano mil­itare del­la Legione Lom­bar­dia, Don Lionel­lo Torosani.Tra le autorità politiche, il pres­i­dente provin­ciale, Car­lo Mac­cari, l’assessore provin­ciale, Gior­gio Rebuschi, l’ex sin­da­co di Solferi­no, nonché il pres­i­dente dell’associazione , Lui­gi Lonar­di, i Pri­mi cit­ta­di­ni dei comu­ni di Pon­ti sul Min­cio, Solferi­no, Cas­tiglione delle Stiviere e Cavriana.Le per­son­al­ità politiche, han­no par­la­to del val­ore del­la Patria, citan­do i 19 cipres­si, in memo­ria dei sol­dati cadu­ti di Nas­siriya. In par­ti­co­lare Man­ti­ca ha sot­to­lin­eato l’impegno dei sol­dati ital­iani nelle mis­sioni di pace, in ter­ri­tori dove anco­ra deve nascere la cul­tura del dial­o­go, nel­la dife­sa di uno dei val­ori più alti, quel­lo del­la Patria.