Arriva la colonnina che «inghiotte» i rifiuti e li nasconde alla vista

Inaugurazione

31/03/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo
s.za.

Sarà inau­gu­ra­to domani mat­ti­na, ven­erdì, alle ore 9.30, la nuo­va iso­la eco­log­i­ca di Toscolano Mader­no, in piaz­za Sal­vo d’Acquisto, davan­ti al super­me­r­ca­to. Una colon­ni­na alta un metro, sim­i­le a quel­la dei dis­trib­u­tori di ben­z­i­na, sos­ti­tu­isce i tradizion­ali cas­sonet­ti. Gli uten­ti devono selezionare i rifiu­ti soli­di urbani, sud­div­i­den­doli in tan­ti sac­chet­ti (car­ta, vetro, plas­ti­ca, umi­do). Poi si pre­sen­tano, intro­ducono una tessera mag­net­i­ca nel­la colon­ni­na e schi­ac­ciano il tas­to riguardante il tipo di rifi­u­to da inserire. A questo pun­to il sac­chet­to del­la spaz­zatu­ra viene «inghiot­ti­to» e con­dot­to nei con­teni­tori dif­feren­ziati sot­ter­ranei. Il sin­da­co Pao­lo Ele­na spie­ga che si trat­ta di «una inizia­ti­va sper­i­men­tale, sul­la quale però con­ti­amo molto. Coin­vol­ger­e­mo alcune centi­na­ia di res­i­den­ti del cen­tro stori­co di Mader­no, che abi­tano in un rag­gio di 300 metri: la statale 45 bis, via Bena­mati, via Sil­vio Pel­li­co, piaz­za S. Mar­co, un trat­to del lun­go­la­go. Se l’operazione avrà suc­ces­so, col­locher­e­mo altre colon­nine. È l’unico modo per risol­vere il prob­le­ma dei cas­sonet­ti, anti­esteti­ci e poco grade­voli, tan­to che in alcune local­ità li han­no mascherati con bar­riere di leg­no o arbusti». D’estate, soprat­tut­to nei cen­tri tur­is­ti­ci del lago, i rifiu­ti ammas­sati den­tro e, spes­so, fuori dai cas­sonet­ti non offrono un’immagine piacev­ole. Il munici­pio di Toscolano ha già pro­gram­ma­to un sec­on­do inter­ven­to a Gaino, la frazione in col­li­na. La posa delle due isole eco­logiche cos­ta 40 mila euro. Domani, come det­to, ver­rà effet­tua­ta l’inaugurazione, alla pre­sen­za degli ammin­is­tra­tori dei comu­ni vici­ni e dei ragazzi delle scuole medie, gui­dati dal pro­fes­sor Anto­nio Foglio.