Spettacolo pirotecnico con migliaia di persone

Incendiato” il castello scaligero di Sirmione

06/01/2020 in Attualità
Iscriviti al nostro canale
Di Luigi Del Pozzo

Era­no migli­a­ia le per­sone che ieri sera, domeni­ca 5 gen­naio, assiepa­vano vie, piazze e lun­go­la­go di Sirmione per assis­tere allo spet­ta­co­lo pirotec­ni­co del­l’in­cen­dio del Castel­lo.

Per il ter­zo anno con­sec­u­ti­vo si è ripetu­to quel­lo che un tem­po era una con­sue­tu­dine per Sirmione” l’ ”incen­dio del castel­lo”.

Poi, per prob­le­mi anche di sicurez­za dovu­to all’in­cen­dio del cipres­so che si innalza­va all’in­tero de cor­tile scaligero, lo spet­ta­co­lo venne annul­la­to per parec­chio tem­po per essere poi ripreso da un paio d’an­ni, ques­ta era la terza edi­zione, ovvi­a­mente riv­is­i­ta­to e mes­so in sicurez­za.

Anche il cli­ma era dal­la parte degli orga­niz­za­tori, ammin­is­trazione comu­nale e asso­ci­azione alber­ga­tori e ris­tora­tori in pri­ma lin­ea, con una tem­per­atu­ra supe­ri­ore ai 10 gra­di.

Numerose anche le autorità pre­sen­ti dal sin­da­co di Sirmione Luisa Lavel­li, l’Asses­sore del­la regione Lom­bar­dia Alessan­dro Mat­tin­zoli, il vice sin­da­co di Sirmione Mau­ro Car­roz­za, il pres­i­dente del­l’As­so­ci­azione Alber­ga­tori e ris­tora­tori di Sirmione Fabio Barel­li, il pres­i­dente di Lago di Gar­da Lom­bar­dia Lui­gi Alber­ti e molti altri.

Insom­ma un appun­ta­men­to che vol­e­va anche essere un salu­to all’an­no che si è appe­na con­clu­so ed un ben­venu­to al nuo­vo 202 con l’in­ten­to, dichiara­to, di far sì che la sta­gione tur­is­ti­ca a Sirmione pos­sa svilup­par­si, e rimanere “acce­sa” per tut­to l’ar­co del­l’an­no.

Commenti

commenti