Quattro serate dedicate interamente alla musica classica. Si intitola "Caprino musica" l'iniziativa promossa dal Comune e dalla biblioteca di Caprino.

Incontri musicali

03/05/2000 in Spettacoli
Di Luca Delpozzo

Quat­tro ser­ate ded­i­cate intera­mente alla musi­ca clas­si­ca. Si inti­to­la “Capri­no musi­ca” l’inizia­ti­va pro­mossa dal Comune e dal­la bib­liote­ca di Caprino.“E il pri­mo ten­ta­ti­vo di dedi­care una intera serie di incon­tri a questo genere musi­cale”, spie­ga Gae­tano Gre­co, mem­bro del comi­ta­to biblioteca.“La novità sta nel fat­to che abbi­amo ten­ta­to di dare una strut­tura organ­i­ca alla man­i­fes­tazione. L’o­bi­et­ti­vo finale sarebbe quel­lo di creare un vero e pro­prio Fes­ti­val del­la musi­ca clas­si­ca o per­lomeno di creare un momen­to cul­tur­ale ripetibile anche nel futuro”.E infat­ti il pro­gram­ma è dis­tin­to in due sezioni sep­a­rate, con­ver­sazioni al pianoforte e con­cer­ti a palaz­zo. La pri­ma prevede due ser­ate, giovedì 4 e giovedì 18 mag­gio, ded­i­ca­ta a quat­tro opere ver­diane. La Travi­a­ta, Nabuc­co, la Forza del Des­ti­no e Aida ed è sta­ta real­iz­za­ta in col­lab­o­razione con la Fon­dazione Arena.“Si trat­ta di un ten­ta­ti­vo di capire e stu­di­are l’opera lir­i­ca, che cos’è, come nasce e anche come viene allesti­ta”. Il cartel­lone artis­ti­co del­l’Are­na quest’an­no è ded­i­ca­to a Giuseppe Ver­di, con nuovi alles­ti­men­ti di tutte le opere ad esclu­sione di Aida.“Durante le ser­ate il mae­stro Fabio Fapan­ni, che è anche il seg­re­tario artis­ti­co del­la Fon­dazione, spiegherà i pas­sag­gi musi­cali e le atmos­fere che carat­ter­iz­zano il melo­dram­ma ver­diano. La col­lab­o­razione con la Fon­dazione ci con­sen­tirà anche di pot­er assis­tere ad alcune delle prove delle varie opere liriche”. “Con­cer­ti a Palaz­zo sono invece due round ded­i­cati a gio­vani artisti locali che si sono già dis­tin­ti per abil­ità ese­cu­to­ria ma anche per com­pe­ten­za e professionalità”.La pri­ma ser­a­ta, in pro­gram­ma domeni­ca 14 mag­gio alle ore 17, prevede l’e­si­bizione del Trio Salieri. Tre gio­vani musicisti che pro­pon­gono un reper­to­rio cameris­ti­co di non larga dif­fu­sione, con l’ese­cuzione di com­po­sizioni di autori minori attivi tra il XVIII e il XX secolo.Domenica 28 mag­gio alle 17 ci sarà il recital al pianoforte di Valer­la Meduri, che si è già esi­bi­ta altre volte a Capri­no. L’artista eseguirà musiche di Mozart, Bach, Liszt, Debussy e Skryabin.“Un ten­ta­ti­vo”, sot­to­lin­ea la Meduri, “di evi­den­ziare il per­cor­so com­pi­u­to nel cor­so di due sec­oli dal­la musi­ca col­ta occi­den­tale, che è pas­sa­ta dal­la for­ma del­la sonata clas­si­ca alla lib­era fan­ta­sia roman­ti­ca”.

a.t.

Commenti

commenti