L’Assessorato all’Ecologia della Provincia di Mantova ha predisposto un progetto strategico, che intende attuare in sinergia con i comuni

Indagine Campionaria sulla Produzione dei Rifiuti

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Castiglione delle Stiviere

Il Decre­to Leg­isla­ti­vo n.22 del 5 feb­braio 1997, nel recepire le Diret­tive Comu­ni­tarie 91/156 CEE sui rifiu­ti, 91/689 CEE sui rifiu­ti peri­colosi e 94/62 sug­li imbal­lag­gi e sui rifiu­ti di imbal­lag­gio e suc­ces­sive mod­i­fi­cazioni e inte­grazioni, ha dis­ci­plina­to la ges­tione inte­gra­ta dei rifiu­ti che si fon­da su fasi (riduzione, rac­col­ta, rici­clo, recu­pero di mate­ria, recu­pero di ener­gia, smal­ti­men­to finale) inter­con­nesse fra loro in un sis­tema com­p­lesso, ricor­ren­do ad un approc­cio ges­tionale di tipo indus­tri­ale, sup­por­t­a­to da una con­tabil­ità del­la medes­i­ma natu­ra che vede coin­volti Regioni, Province e Comu­ni. L’Assessorato all’Ecologia del­la Provin­cia di Man­to­va ha pre­dis­pos­to un prog­et­to strate­gi­co, che intende attuare in sin­er­gia con i comu­ni, fonda­to sui prin­cipi di pre­ven­zione del­la pro­duzione dei rifiu­ti, di imple­men­tazione del­la e di man­ten­i­men­to dell’autosufficienza del­lo smal­ti­men­to dei rifiu­ti urbani in ambito Provin­ciale, in virtù del prin­ci­pio di prossimità.Le nuove strate­gie sono state pre­sen­tate ai Comu­ni, agli Enti gestori, alle Asso­ci­azioni di cat­e­go­ria, ambi­en­tal­iste e dei con­suma­tori, in via infor­male lo scor­so 26 otto­bre in Provin­cia a Mantova.Per quan­to riguar­da il Comune di Cas­tiglione delle Stiviere, è sta­to acco­mu­na­to con altri quat­tro comu­ni (Cur­ta­tone, Ron­co­fer­raro, Ser­mide, Viadana) per eseguire un’indagine cam­pi­onar­ia sul­la pro­duzione dei rifiu­ti. L’indagine sarà con­dot­ta per peri­o­di di 15 giorni con­sec­u­tivi e sarà ripetu­ta in modo da ril­e­vare la pro­duzione, quan­ti­ta­ti­va e qual­i­ta­ti­va, dei rifiu­ti a sec­on­da delle sta­gioni. Ques­ta fase coin­vol­gerà a Cas­tiglione cir­ca 3000 abi­tan­ti, indi­vid­uati garan­ten­do la rap­p­re­sen­ta­tiv­ità delle prin­ci­pali tipolo­gie coin­volte nel prog­et­to. Le famiglie selezion­ate dovran­no com­pi­lare un breve ques­tionario, ricev­er­an­no istruzioni det­tagli­ate e sac­chet­ti di plas­ti­ca col­orati che ad ogni col­ore cor­rispon­derà una sin­go­la tipolo­gia di rifi­u­to, come car­ta, vetro, plas­ti­ca od altro. La quan­tità e qual­ità dei rifiu­ti rac­colti ver­rà accu­rata­mente reg­is­tra­ta e la pri­va­cy dei cit­ta­di­ni coin­volti sarà tute­la­ta. L’indagine e la suc­ces­si­va anal­isi per­me­t­terà di scegliere il per­cor­so per il rag­giung­i­men­to degli obi­et­tivi strate­gi­ci del Piano Provin­ciale e quin­di la definizione dei mod­el­li ges­tion­ali che meglio si adat­tano alla Provin­cia di Mantova.

Parole chiave: