Docenti universitari studieranno il fenomeno in fondo al lago per usi termali

Indagini subacquee per la fonte di acqua calda

21/11/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

A Toscolano Mader­no, nei prossi­mi giorni, inizierà una doppia ricer­ca sui fon­dali del lago.Lunedì pren­derà il via la ril­e­vazione delle carat­ter­is­tiche dell’acqua cal­da che sgor­ga dai fon­dali nel­la zona del por­tic­ci­o­lo di Toscolano, vici­no alla chiesa del­la Madon­na del Bena­co. Due i pro­fes­sori uni­ver­si­tari incar­i­cati di effet­tuare i pre­lievi: Bruno Zar­di­ni dell’Ateneo di Bologna e il desen­zanese Gian Fran­co Bertazzi, del­la Cat­toli­ca di Bres­cia. Uti­lizzer­an­no una bar­ca mes­sa a dis­po­sizione del Cir­co­lo vela locale. Muni­ti di uno scan­daglio, mis­ur­eran­no la pro­fon­dità del lago, poi sud­di­vider­an­no i quat­tro chilometri di super­fi­cie in tan­ti qua­drati. E pro­ced­er­an­no grad­ual­mente, per val­utare salin­ità, tem­per­atu­ra, den­sità, acid­ità, ossigeno dis­ci­olto, clo­ro­fil­la alfa, azo­to, fos­foro eccetera.Le indagi­ni dur­eran­no sino a feb­braio-mar­zo. L’obiettivo è di sco­prire se esiste una sor­gente come quel­la di Sirmione, la local­ità che, gra­zie alla fonte Boio­la, ha cre­ato le terme, e dato vita a un’attività di notev­ole impor­tan­za. Pro­prio un mese fa il comune di Toscolano Mader­no ha siglato un accor­do con Asm di Bres­cia per svol­gere queste ricerche, e per l’eventuale suc­ces­si­vo uti­liz­zo. Un con­trat­to riguardante «lo svilup­po dell’energia rin­nov­abile, speci­fi­ca­mente geotermica».Un’impresa spe­cial­iz­za­ta nell’esaminare i gra­di di tem­per­atu­ra di una deter­mi­na­ta zona attra­ver­so i dati spedi­ti dal satel­lite ha scop­er­to che, dal fon­do, sgor­ga acqua cal­da che rag­giunge i 70°, di ril­e­vante por­ta­ta. Zar­di­ni e Bertazzi devono capire se la quan­tità (e il calore) riman­gono costan­ti. Ulti­mate le ver­i­fiche, sarà pos­si­bile decidere il da far­si, e se il rap­por­to costi-ben­efi­ci sarà tale da con­sen­tire lo sfrut­ta­men­to delle acque calde. L’obiettivo: rifornire le abitazioni del paese e, mag­a­ri, pen­sare anche a un cen­tro termale.Il sin­da­co Pao­lo Ele­na sostiene che a Toscolano Mader­no esis­tano poten­zial­ità idroelet­triche (il tor­rente che scorre nel­la ), solari e geot­er­miche. L’intesa con Asm servirà a val­utare le strade da percorrere,Altra mis­sione da seg­nalare: domeni­ca mat­ti­na, nel gol­fo di Mader­no, i sub si immerg­er­an­no per recu­per­are due ruote di autove­icoli del­la sec­on­da guer­ra mon­di­ale, già indi­vid­u­ate e fotografate. Si pen­sa­va di indi­vid­uare anche un can­none, ma fino­ra il risul­ta­to è neg­a­ti­vo. L’equipe sarà gui­da­ta da Ange­lo Mod­i­na, che dipone di un sofisti­ca­to robot.

Parole chiave: