È quella di Mani Tese, associazione nazionale onlus, mobilitata ieri in 100 piazze italiane

Iniziativa contro lo sfruttamento dei giovani

Di Luca Delpozzo

Un’iniziativa con­tro lo sfrut­ta­men­to infan­tile. È quel­la di Mani Tese, asso­ci­azione nazionale onlus, mobil­i­ta­ta ieri in 100 piazze ital­iane per coin­vol­gere i cit­ta­di­ni ed indurli a sostenere la cam­pagna inter­nazionale Glob­al March 2000. «Mani tese» infat­ti coor­di­na per l’Europa il movi­men­to con­tro il lavoro e lo sfrut­ta­men­to mino­rile. Sec­on­do le sta­tis­tiche dell’organizzazione inter­nazionale del lavoro, più di 250 mil­ioni di bam­bi­ni di età com­pre­sa fra 5 e 14 anni lavo­ra­no per soprav­vi­vere e più di 130 mil­ioni ven­gono sfrut­tati in occu­pazioni peri­colose saltan­do la scuo­la. La strate­gia elab­o­ra­ta prevede razioni di sen­si­bi­liz­zazione, stanzi­a­men­to di risorse, pro­mozione del rispet­to dei dirit­ti dei lavo­ra­tori e più con­trol­li per l’informazione dei con­suma­tori. A Desen­zano, in piaz­za Malvezzi, una delle 100 piazze mobil­i­tate su questo tema, ieri sono state rac­colte firme e dis­tribuito mate­ri­ale di infor­mazione.