Iniziativa del Cnp a favore della sicurezza sul lago di Garda

26/05/1999 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

Pri­mo pas­so uffi­ciale per una disponi­bil­ità oper­a­ti­va e strate­gi­ca, nel cer­care di super­are i prob­le­mi del­la sicurez­za sul , arri­va dal Cir­co­lo Nau­ti­co di Portese. Un cir­co­lo che non si riv­olge esclu­si­va­mente alle imbar­cazioni a vela ma anche a quelle a motore. Da alcu­ni mesi infat­ti oltre che alla il Cir­co­lo è affil­ia­to anche alla Fed­er­azione Ital­iana Motonautica.In segui­to alle varie sci­agure, che nel cor­so dell’estate 1998 si sono ver­ifi­cate nelle acque garde­sane, e che purtrop­po han­no causato la morte di alcune per­sone, molte sono state le prese di posizioni ver­bali avan­zate da numerosi Enti. Molte parole ma pochi i fat­ti con­creti. Anche dal recente incon­tro, pro­mosso dal­la a Limone, oltre che ai vari inten­ti nul­la, fino­ra almeno, si è tra­mu­ta­to in operatività.Italo Mosca, pres­i­dente del Cir­co­lo Nau­ti­co di Portese, deciso ha iniziare qual­cosa di con­cre­to, ha provve­du­to nei gironi scor­si a met­tere nero su bian­co, invian­do poi il tut­to alla Autorità inter­es­sate, la disponi­bil­ità del pro­prio Cir­co­lo ad una fat­ti­va col­lab­o­razione con le Autorità pre­poste alla tutela e sal­va­guardia del­la sicurez­za sul Garda.Avendo il Cir­co­lo Nau­ti­co di Portese scrive il pres­i­dente Mosca il piacere ad ospitare l’equipaggio e l’imbarcazione del­la pres­so il pro­prio por­to, abbi­amo potu­to con­statare che durante tut­ta la sta­gione esti­va ed in spe­cial modo nei cas­si di emer­gen­za come quel­li avvenu­ti in agos­to, dove persero la vita più per­sone, nonos­tante i mezzi a dis­po­sizione siano molto car­en­ti ed inadeguati al soc­cor­so delle per­sone e dei natan­ti, l’equipaggio si è prodi­ga­to in maniera più che lodevole.Il sot­to­scrit­to Ita­lo Mosca, in qual­ità di pres­i­dente del C.N.P., e tut­to il con­siglio diret­ti­vo, nell’elogiare l’operato svolto, nel sot­to­lin­eare la pro­pria disponi­bil­ità e nel dare la mas­si­ma col­lab­o­razione nel fron­teggia­re even­tu­ali situ­azioni di emer­gen­za, sot­to­lin­ea con­clude Ita­lo Mosca l’importanza di dotare l’equipaggio del­la Guardia di Finan­za di mezzi più idonei di quel­li attual­mente in dotazione, per dare più sicurez­za e tran­quil­lità alla sul nos­tro lago e per fron­teggia­re situ­azioni d’emergenza di stra­or­di­nar­ia gravità.