Insetticidi gratuiti contro la zanzara tigre

Di Luigi Del Pozzo

I prodotti sono in distribuzione nelle farmacie comunali e all’ufficio Ecologia

 

Anche nell’estate 2013 il Comune di Desen­zano del Gar­da pros­egue nel­la cam­pagna di lot­ta alla Zan­zara Tigre (nome sci­en­tifi­co Aedes Albopic­tus), un inset­to par­ti­co­lar­mente aggres­si­vo nei con­fron­ti del­l’uo­mo nelle ore diurne.

La Zan­zara Tigre depone le uova in luoghi umi­di quali tombi­ni stradali, pozzetti di sco­lo, bidoni e con­teni­tori in orti e gia­r­di­ni, sot­to­vasi, cop­er­toni e bidoni abban­do­nati.

Una dit­ta spe­cial­iz­za­ta, la Gen­er­al Ser­vice di Aso­la, ha già effet­tua­to gli inter­ven­ti di dis­in­fes­tazione pre­ven­ti­va, trat­tan­do a spruz­zo i tombi­ni comu­nali e degli edi­fi­ci pub­bli­ci e pros­eguirà con tali inter­ven­ti fino all’autunno.

L’Asses­so­ra­to all’E­colo­gia ha ritenu­to di coin­vol­gere la cit­tad­i­nan­za orga­niz­zan­do la dis­tribuzione gra­tui­ta di due prodot­ti uti­liz­z­abili sen­za rischi a liv­el­lo domes­ti­co: il Vec­to­bac DT (in dis­tribuzione pres­so l’Uffi­cio Ecolo­gia del Comune di Desen­zano del Gar­da) e il Diflox (reperi­bile pres­so le far­ma­cie comu­nali). Si trat­ta di prodot­ti bio­logi­ci che, sci­olti nelle acque stag­nan­ti di tombi­ni e cadi­toie, agis­cono con­tro le larve di zan­zara di ogni specie.

L’effetto lar­vi­ci­da di questi prodot­ti si man­i­fes­ta entro 12–18 ore dal trat­ta­men­to e dura cir­ca una set­ti­mana; in ogni caso devono essere segui­te atten­ta­mente le istruzioni d’uso ripor­tate sul­la con­fezione.

Gli inter­es­sati pos­sono riv­ol­ger­si ad una delle far­ma­cie comu­nali gestite dall’Azienda Dass (in via Togli­at­ti e al Cen­tro Com­mer­ciale Le Vele) oppure all’ufficio Ecolo­gia al pri­mo piano del­la sede munic­i­pale.

Ver­rà con­seg­na­ta gra­tuita­mente una con­fezione del prodot­to che con­tiene 10 com­presse da uti­liz­zare con fre­quen­za vari­abile a sec­on­da delle neces­sità.

L’Ufficio Ecolo­gia ricor­da le dis­po­sizioni del­l’or­di­nan­za comu­nale n. 10 del 10/5/2007:

- rimozione di con­teni­tori non uti­liz­za­ti o abban­do­nati;

- pulizia accu­ra­ta dei sot­to­vasi o di altri recip­i­en­ti uti­liz­za­ti per con­tenere acqua;

- immis­sione, nel­l’ac­qua dei sot­to­vasi, di fili di rame pri­vati del­la guaina di plas­ti­ca;

- col­lab­o­razione con gli oper­a­tori del­la soci­età incar­i­ca­ta, dotati di appos­i­to tesseri­no di riconosci­men­to, con­sen­ten­do loro l’ ingres­so nelle pro­pri­età pri­vate;

- seg­nalazione dei luoghi di pos­si­bile infes­tazione all’ufficio Ecolo­gia (tel. 030 9994107).