I progetti didattici ideati ed elaborati dalle scuole ed esposti a Villa Tassinara nell’ambito dell’Ottava edizione di Expo-scuolambiente sono stati selezionati dai 14 centri regionali per l’educazione ambientale.

Interesse per Expoambiente

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

I prog­et­ti didat­ti­ci ideati ed elab­o­rati dalle scuole ed esposti a Vil­la Tassi­nara nell’ambito dell’Ottava edi­zione di -scuo­lam­bi­ente sono sta­ti selezionati dai 14 cen­tri region­ali per l’educazione ambi­en­tale. Riguardano le azioni che l’uomo può intrapren­dere per sal­va­guardare il cli­ma, soprat­tut­to miran­do alla riduzione del­la pro­duzione di anidride car­bon­i­ca, inter­ve­nen­do sul sis­tema ener­geti­co e di dife­sa delle foreste. Ma accan­to a quel­li dei ragazzi fig­u­ra­no anche i prog­et­ti, le inizia­tive e le cam­pagne di molte aziende ded­i­cate alle scuole. Ricor­diamo l’Asm di Bres­cia, Cogeme, Coop Lom­bar­dia, Sangem­i­ni, Fia, Ecosportel­lo di Legam­bi­ente. Grande spazio è ris­er­va­to ai lab­o­ra­tori che coin­vol­go­no diret­ta­mente i ragazzi, men­tre una palestra d’arrampicata è sta­ta allesti­ta dal col­le­gio regionale Guide alpine del­la Lom­bar­dia. Nell’area attigua alla vil­la, fino al 17 mag­gio si altern­er­an­no inizia­tive di ani­mazione teatrale che vedran­no pro­tag­o­nisti centi­na­ia di gio­vani. L’ottava edi­zione di Expo-scuo­lam­bi­ente è sta­ta inau­gu­ra­ta dall’assessore regionale all’Ambiente Fran­co Cris­tiani Nicoli. «Aver ded­i­ca­to l’edizione di quest’anno al tema delle mutazioni cli­matiche — ha det­to — è un seg­nale forte per tutte le scuole lom­barde. Il cam­bi­a­men­to cli­mati­co e l’uso delle acque sono infat­ti le due sfide degli anni 2000. L’Expo è diven­ta­ta un appun­ta­men­to spe­ciale per le scuole mater­ne, ele­men­tari medie e supe­ri­ori che inten­dono con­frontar­si sulle tem­atiche ambi­en­tali», ha aggiun­to Nicoli. Dopo aver vis­i­ta­to gli stand che occu­pano qua­si duemi­la metri qua­drati, l’assessore ha incon­tra­to le prime sco­laresche venute in visi­ta all’Expo: due clas­si del liceo di Desen­zano e dell’Istituto tec­ni­co com­mer­ciale Hensem­bergeer di Mon­za. Le domande riv­oltegli han­no riguarda­to le politiche region­ali su temi come le fonti di ener­gia rin­nov­abili, il piano di risana­men­to dell’aria, la razion­al­iz­zazione del­la mobil­ità. Expo-scuo­lam­bi­ente chi­ude il 17 mag­gio. È pre­vista un’affluenza di cir­ca 8.000 studenti.

Parole chiave: