Quali sono i numeri e le dimensioni del successo mondiale dei vini rosa? E quali le prospettive per un consolidamento del mercato attraverso l’enoturismo? Queste le domande cui cercherà di rispondere la tavola rotonda in programma alla quinta edizione di Italia In Rosa, la vetrina del chiaretto, dei rosati e dei rosè attesa a Moniga del Garda (Bs) dall’1 al 3 giugno.

Italia in Rosa”, l’enoturismo nel futuro dei rosè

Di Luca Delpozzo

Prende for­ma il cartel­lone di Italia in Rosa 2012: la grande vet­ri­na dei rosè ital­iani (e non solo) si prepara a cel­e­brare la sua quin­ta edi­zione dall’1 al 3 giug­no (con la gior­na­ta di lunedì 4 ded­i­ca­ta esclu­si­va­mente agli oper­a­tori) nell’ormai con­sue­ta cor­nice di Moni­ga del Gar­da, sul­la spon­da bres­ciana del lago di Gar­da, nel cuore di quel­la Valtè­ne­si che da quest’anno dà anche il nome alla nuo­va Doc del ter­ri­to­rio. “La rasseg­na rilan­cia allun­gan­do lo svol­gi­men­to da due a quat­tro giorni e raf­forzan­do la sua con­no­tazione inter­nazionale – affer­ma il vicepres­i­dente del Mat­tia Vez­zo­la -. L’obbiettivo è quel­lo di costru­ire una nuo­va cor­nice di vis­i­bil­ità per il nos­tro Valtè­ne­si , nel seg­no di un’etica del con­fron­to a tut­to cam­po non solo con le migliori pro­duzioni tipiche nazion­ali, ma anche con quelle france­si”. Rien­tra in quest’ottica la parte­ci­pazione alla man­i­fes­tazione di François Mil­lo, diret­tore gen­erale del CIVP (Con­seil Inter­pro­fes­sion­nel des Vins de Provence), prin­ci­pale pro­tag­o­nista del­la tradizionale tavola roton­da di Italia in Rosa, che quest’anno sarà ded­i­ca­ta al tema “Vini rosati nel mon­do: un suc­ces­so cres­cente e glob­ale- Come pas­sare dal­l’­ef­fet­to moda alla fideliz­zazione dei con­suma­tori tramite le oppor­tu­nità offerte dal­l’eno­tur­is­mo”. In pro­gram­ma nel­la sala con­gres­si del Munici­pio di Moni­ga del Gar­da domeni­ca 3 alle 10, l’appuntamento vedrà anche la parte­ci­pazione di , pres­i­dente Con­sorzio Valtè­ne­si- Gar­da Clas­si­co, Mau­r­izio Gily, agronomo e gior­nal­ista, Pao­lo Rossi, Pres­i­dente Fed­er­al­berghi Lom­bar­dia, e Alber­to Panont, diret­tore del cen­tro di ricer­ca regionale Ricca­gioia, nel ruo­lo di mod­er­a­tore. “Sarà un’occasione per appro­fondire i numeri del mer­ca­to dei rosè nel mon­do – spie­ga il pres­i­dente -. Soprat­tut­to però l’idea è quel­la di met­tere a con­fron­to l’esperienza proven­za­le sull’enoturismo con le gran­di poten­zial­ità anco­ra ines­plo­rate che ques­ta impor­tante oppor­tu­nità di mer­ca­to potrebbe svilup­pare in una ter­ra a forte vocazione tur­is­ti­ca come la Valtè­ne­si, dove il Chiaret­to, soprat­tut­to dopo il varo del­la nuo­va Doc, con­tin­ua a con­fer­mar­si come ref­eren­za di cres­cente suc­ces­so”. Ulte­ri­ori infor­mazioni sul­la man­i­fes­tazione sul sito italiainrosa.it.