Teatro del Vittoriale - Compagnia teatrale "il Magico Baule"

Jesus Christ Superstar

Di Luca Delpozzo

  La Com­pag­nia “Il Magi­co Baule” nasce dall’esperienza, dal­la pas­sione e dall’impegno del Mae­stro e Tenore Mar­cel­lo Mer­li­ni.   Come den­tro ad un baule, dove ogget­ti e stoffe di ogni sor­ta e fat­tura inter­agis­cono gli uni con gli altri dan­do luo­go a quel­la spe­ciale ed uni­ca magia che si spri­giona quan­do il baule si apre, così è la nos­tra com­pag­nia.   Com­pos­ta da cir­ca 50 ele­men­ti è magis­tral­mente diret­ta dal Mae­stro Mer­li­ni il quale, gra­zie alla sua abil­ità, riesce a portare in sce­na una mis­cela artis­ti­ca di grande impat­to che non è …… “solo” can­to.   Il Magi­co Baule è divi­so in due sezioni, lir­i­ca e POP. La sezione “lir­i­ca” del Magi­co Baule con­s­ta di un Grup­po davvero ben assor­ti­to di voci (all’incirca 30 ele­men­ti) sud­di­vise tra: soprani, mez­zoso­prani, con­tralti, tenori, bari­toni e bassi. Quest’amalgama, oltre ad essere di grande impat­to, è sicu­ra­mente una pecu­liar­ità che por­ta il Grup­po ad essere così ver­sa­tile da ren­der­lo capace di affrontare, sen­za prob­le­mi, ogni tipolo­gia musi­cale: dall’Opera all’Operetta, dal­la can­zone napo­le­tana alle melodie intra­montabili, spazian­do nel tem­po e nei generi sen­za dif­fi­coltà. L’unicità di ogni spet­ta­co­lo, è dovu­ta poi all’interazione tra par­ti can­tate, par­ti recitate, bal­let­ti, arran­gia­men­ti musi­cali, scenografie e cos­tu­mi creati ad hoc, che con­tribuis­cono a fare di ogni rap­p­re­sen­tazione un’esperienza mul­ti­sen­so­ri­ale dif­fi­cile da dimen­ti­care. La sezione “pop” invece è com­pos­ta da gio­vani can­tan­ti con vocal­ità impor­tan­ti, tutte diverse fra loro ma tutte ugual­mente emozio­nan­ti. La vari­età delle col­ori­t­ure, delle sonorità e dell’espressività di queste voci, ren­dono il Grup­po molto com­pat­to e ben amal­gam­a­to. L’unione poi di queste voci con l’arte sceni­ca (recitazione e bal­lo) che tut­ti loro ven­gono incor­ag­giati ad affrontare, da modo di met­tere in sce­na musi­cal di gran­dis­si­mo impat­to sia vocale che visi­vo che emozionale. Tut­to questo fa di ogni spet­ta­co­lo un’esperienza davvero uni­ca nel suo genere.