Il nuovo centro cinematografico sta sorgendo a ridosso del «Dehor» Cinque sale per 1300 posti. Costo: 7milioni di euro

«King» apre a novembre

24/09/2003 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

L’aper­tu­ra del­la pri­ma mul­ti­sala del è ormai ques­tione di due mesi. Sec­on­do le assi­cu­razioni for­nite dal­la stes­sa soci­età pro­pri­etaria del nuo­vo cen­tro cin­e­matografi­co «King» di Lona­to, sit­u­a­to sul­la super­stra­da Desen­zano-Cas­tiglione, a due pas­si dal­la megadis­cote­ca Dehor, la mul­ti­sala aprirà i bat­ten­ti a novem­bre. Cinque sale, di cui la pri­ma da 430 posti, la sec­on­da e la terza da 230, la quar­ta da 226 e, infine, la quin­ta ed ulti­ma da 180 per un totale di qua­si 1300 posti a sedere: inves­ti­men­to totale cir­ca 7 mil­ioni di euro, qua­si 15 mil­iar­di di vec­chie lire. È questo il prin­ci­pale bigli­et­to da visi­ta di «King». A corol­lario degli oltre 1000 metri qua­drati di super­fice cop­er­ta, sono pre­visti ampi parcheg­gi per la clien­tela. La nuo­va mul­ti­sala resterà aper­ta tut­ti i giorni del­l’an­no, sec­on­do ques­ta dis­tribuzione di orari. Nei giorni feri­ali dalle 19 in poi, il saba­to anche nelle ore not­turne a com­in­cia­re dal­la mez­zan­otte fino alle ore pic­cole, men­tre la domeni­ca le cinque sale saran­no aperte per l’in­tera gior­na­ta. Insom­ma, una scommes­sa che non si gio­ca solo su di un orario par­ti­co­lar­mente flessibile ed intel­li­gente per sod­dis­fare tut­ti i gusti e le ten­den­ze del­la clien­tela. Infat­ti, sec­on­do alcune antic­i­pazioni for­nite dal­la direzione artis­ti­ca, le cinque sale ris­erver­an­no uno spazio set­ti­manale ad appun­ta­men­ti per veri cine­fili. Una peri­od­i­ca selezione di pel­li­cole per­me­t­terà di risco­prire i sig­ni­fica­tivi cult-movie del­la sto­ria cen­te­nar­ia del cin­e­ma, di pro­porre inoltre un’an­tolo­gia ded­i­ca­ta ai diver­si filoni cin­e­matografi­ci e di ampli­are gli oriz­zon­ti per­son­ali con il cin­e­ma d’a­van­guardia. Le novità riguardano anche l’in­for­mazione pub­blic­i­taria. Le clas­siche ed anon­ime dia­pos­i­tive, soli­ta­mente proi­et­tate pri­ma del­l’inizio del film, saran­no sos­ti­tu­ite da spot. Poi, all’in­ter­no di «King» sarà pos­si­bile conoscere tutte le infor­mazioni sulle novità cin­e­matogra­fiche del momen­to. C’è inoltre un altro aspet­to, di natu­ra scenografi­ca. Peri­odica­mente, fan­no sapere sem­pre gli orga­niz­za­tori, la mul­ti­sala muterà aspet­to per trasfor­mar­si nel­lo sce­nario di uno dei film in proiezione: passeg­gian­do per le sue sale sarà pos­si­bile incon­trare i per­son­ag­gi prin­ci­pali dei film e pren­dere parte alle feste a tema. Come si può notare nelle inten­zioni del­la soci­età che sta lan­cian­do «King» c’è la volon­tà di rompere gli sche­mi tradizion­ali del set­tore con una pro­gram­mazione ric­ca di sor­p­rese. E la clien­tela parteciperà alla vita del­la mul­ti­sala con­seg­nan­do degli apposi­ti ques­tionari di val­u­tazione. Infine, è pre­vis­to un multi­u­so delle sale che potran­no essere uti­liz­zate anche per even­ti e spet­ta­coli, man­i­fes­tazioni e con­gres­si. Del resto sono sta­ti real­iz­za­ti due spazi bar nel­l’a­trio e al piano infe­ri­ore, oltre ad un negozio. L’an­no­tazione più curiosa l’ab­bi­amo, però, las­ci­a­ta per ulti­ma. Alcune poltrone sono state prog­et­tate per essere trasfor­mate in una sor­ta di divanet­to, sen­za brac­ci­oli, così da per­me­t­tere alla cop­pia di innamorati di starsene più… stretta.

Parole chiave: