l noto Chef Giorgione ha scelto il Garda per realizzare 5 puntate della sua trasmissione “Giorgione. Orto e cucina” su Gambero Rosso (Sky)

Parole chiave: -
Di Redazione

E’ innega­bile che a far­la da padrona in tv, ormai, sono sem­pre più le trasmis­sioni di cuci­na. Ciò non stupisce dato che il nos­tro Paese ha vis­to la sua “Dieta” diventare Pat­ri­mo­nio dell’Unesco. Quan­do, poi, la tradizione culi­nar­ia diven­ta anche un must tur­is­ti­co per attrarre vis­i­ta­tori e allo­ra il “bin­go” è presto fat­to. A questo propos­i­to, lo scor­so 10 giug­no si sono con­cluse, sul , le riprese delle cinque nuove pun­tate di “Gior­gione, Orto e cuci­na”, la trasmis­sione di cuci­na che va in onda, il ven­erdì sera alle 21.30,  su Gam­bero Rosso, Sky canale 412. La nuo­va serie vedrà pro­tag­o­nista la riv­is­i­tazione dei prodot­ti locali dell’Alto Gar­da. Piat­ti sem­pli­ci ma gen­ui­ni. Non serve un presti­to 1000 euro spaziomutui.com per pot­er cenare.

Lo Chef Gior­gio Barchiesi, meglio noto come Gior­gione, ha sposta­to le sue esplo­razioni culi­nar­ie al nord, e intorno al Bal­do. Ha rac­colto tan­to mate­ri­ale da far­ci cinque pun­tate, ognuna con due ricette preparate uni­ca­mente con materie prime accu­rata­mente scelte dopo aver par­la­to con i produttori/allevatori. Il set è sta­to allesti­to nell’ex caser­ma del­la Finan­za. Lo Chef ha com­men­ta­to: “L’ispirazione viene facen­do la spe­sa e qui nel Bal­do Gar­da avete dei prodot­ti mer­av­igliosi, ma soprat­tut­to fat­ti con tut­ti i crismi.Qui ho trova­to dei pro­dut­tori stu­pen­di, fra cui gio­vani ded­i­cati ad ottenere la qual­ità. Ho scop­er­to molte cose nuove, dalle trote alle moltissime erbe di questi mon­ti. Anche l’olio è strepi­toso, è un grande esalta­tore del­la sapid­ità dei cibi”.

Con­tin­ua: “In cuci­na non ci devono essere dik­tat. La fan­ta­sia è quel­lo che serve per allargare la dieta. Sono cinque gli ele­men­ti impor­tan­ti per ottenere del buon cibo: le materie prime prodotte con rispet­to, l’estro negli abbina­men­ti, l’olio e i gras­si che non van­no demo­niz­za­ti, il tem­po per cer­care e scegliere i prodot­ti, la con­vivi­al­ità nel con­sumare i pasti in compagnia”.

Ad accom­pa­gnare Gior­gione, in ques­ta “avven­tu­ra culi­nar­ia”,  nel­la ricer­ca dei prodot­ti locali fra Mal­ce­sine, Bren­zone e Bren­ton­i­co è sta­to Pao­lo For­mag­gioni, mem­bro del Cda del­la Funi­via, che ha così com­men­ta­to: “È un grande per­son­ag­gio. Nel fare la spe­sa è come sul set, un uomo diret­to e spon­ta­neo. Par­la con tut­ti e si inter­es­sa a tut­ti gli aspet­ti pro­dut­tivi, poi decide”.

 

Parole chiave: -