I lavori di consolidamento strutturale sono già stati assegnati

La banchina della Maratona sarà in sicurezza a fine marzo

Di Luca Delpozzo
m.to.

Il ris­chio che potesse franare a lago era remo­to, almeno fino­ra. Da mesi nel por­to di Desen­zano le microfrat­ture e le «rughe» del tem­po era­no sot­to con­trol­lo e, per­tan­to, non avreb­bero potu­to cos­ti­tuire un peri­co­lo. Tut­tavia la vec­chia Cala­ta Car­bone all’interno del por­to Mara­tona, la banchi­na dove in ogni tem­po dell’anno ormeg­giano i bat­tel­li del­la , sarà pre­sa in cura e rimes­sa a nuo­vo. Dopo la gara d’appalto indet­ta dal Con­sorzio dei Comu­ni del laghi di Gar­da e d’Idro e l’esame delle varie offerte per­venute, i lavori di con­sol­i­da­men­to strut­turale del­la banchi­na por­tuale sono sta­ti asseg­nati, per un impor­to di 317 mila euro, alla Xodo Costruzioni di Rovere­to (Tren­to). Il capi­to­la­to prevede che i lavori deb­bano essere ulti­mati entro il 31 mar­zo 2006. L’impresa è una tra le più conosciute nel set­tore in Italia. Real­iz­za infat­ti opere idrauliche, fon­dazioni spe­ciali, dra­gag­gi e movi­men­ti ter­ra. Lo scor­so anno la direzione d’esercizio del­la Nav­i­gar­da ave­va inoltra­to una richi­es­ta all’ente di Salò, com­pe­tente da cinque anni in mate­ria di demanio e lavori por­tu­ali su del­e­ga del­la , per ottenere il finanzi­a­men­to dei lavori indis­pens­abili per la ristrut­turazione del­la Cala­ta Car­bone. Una vol­ta istru­i­ta con parere favorev­ole la prat­i­ca, l’architetto Faus­ta Ton­ni, respon­s­abile tec­ni­co del con­sorzio, ha potu­to pro­cedere ad indire la gara di appal­to. Il finanzi­a­men­to è sta­to comunque mes­so a dis­po­sizione dal­la Regione Lom­bar­dia. Le con­dizioni del­la banchi­na dema­niale del por­to Mara­tona, parte del quale è in con­ces­sione da oltre vent’anni al Dopola­voro Fer­roviario ed alla Fraglia Vela, era­no divenute molto pre­carie negli ulti­mi anni, a causa soprat­tut­to del­la sic­c­ità. La notev­ole escur­sione dei liv­el­li del lago han­no prodot­to ques­ta situ­azione, un po’ come avvenu­to tre anni fa alla vec­chia chieset­ta di Sant’Anna nel por­to , le cui fon­da­men­ta era­no sul pun­to di franare. I lavori alla banchi­na del­la Mara­tona, oltre a con­sol­i­darne la strut­tura per l’ormeggio delle grosse navi del­la soci­età gov­er­na­ti­va, ne per­me­t­ter­an­no anche una sor­ta di maquil­lage. L’opera dovrà essere pronta pri­ma dell’inizio del­la sta­gione turistica.