Un calendario suddiviso tra impegni istituzionali e culturali. Presentato anche il nuovo Direttore, il Maestro Davide Pozzali: “Un onore e una grande responsabilità per me guidare l'Ente Filarmonico di questa Città”

La Banda cittadina di Desenzano torna protagonista e presenta i suoi eventi

Parole chiave:
Di Redazione

Da tan­to, trop­po tem­po, non veni­va ded­i­ca­ta una con­feren­za di pre­sen­tazione del pro­gram­ma del­la ban­da cit­tad­i­na a Desen­zano del Gar­da. E io, dal pri­mo giorno del mio manda­to, ho sem­pre apprez­za­to e volu­to incen­ti­vare l’at­tiv­ità di un ente che por­ta in giro per l’I­talia, in modo egre­gio, il nome del nos­tro paese”.

Esor­disce così il sin­da­co in mer­i­to al pro­gram­ma espos­to dal Pres­i­dente del­la Ban­da Alber­to Frac­caro e dal nuo­vo Diret­tore Davide Poz­za­li. Ha poi pros­e­gui­to: “La Ban­da è sta­ta una delle asso­ci­azioni più penal­iz­zate durante il peri­o­do delle restrizioni imposte dal Covid-19 e per questo essere qui a pre­sentare il loro pro­gram­ma mi rende molto felice. Ho già avu­to modo di apprez­zare una per­for­mance del­la School Band e ne sono rimas­to come sem­pre affas­ci­na­to: il pub­bli­co e i cit­ta­di­ni non sono sta­ti da meno e han­no parte­ci­pa­to numerosi all’even­to. Per questo ringrazio infini­ta­mente tut­ti com­po­nen­ti del­l’as­so­ci­azione per la disponi­bil­ità e pro­fes­sion­al­ità con cui svol­go­no da sem­pre ogni loro impegno”.

Il Pres­i­dente del­la Ban­da Alber­to Frac­caro par­la di “un nuo­vo ciclo e di una nuo­va vita che spe­ri­amo non deb­bano più inter­romper­si come spes­so è accadu­to nel­l’ul­ti­mo anno. Nel frat­tem­po però l’Ente non è sta­to fer­mo ed ha accolto 14 nuovi ragazzi all’in­ter­no del­la grande famiglia ban­dis­ti­ca di Desen­zano. Abbi­amo musicisti che van­no dai 13 agli 85 anni e ques­ta etero­geneità ana­grafi­ca rap­p­re­sen­ta un unicum a liv­el­lo ter­ri­to­ri­ale, oltre che un grande moti­vo d’or­goglio per tut­ti noi. L’avvi­cen­da­men­to del Diret­tore è un’ul­te­ri­ore novità che darà sicu­ra­mente nuo­vo impul­so alle inizia­tive estive”.

Appun­ta­men­ti che veng­no poi spie­gati ed elen­cati dal Mae­stro Davide Poz­za­li: “E’ per me un onore dirigere questi ragazzi, anche per­chè sono 35 anni che lavoro coi gio­vani e per questo mi reputo già una parte inte­grante del­la nuo­va splen­di­da realtà in cui sono oggi. Il pri­mo even­to da seg­nare in rosso per quan­to ci riguar­da è quel­lo di ven­erdì 18 giug­no quan­do i nos­tri musicisti avran­no l’op­por­tu­nità sti­molante di suonare in Castel­lo con un grande Mae­stro, nonché ami­co per­son­ale, come Alber­to Bardel­loni. Si pas­sa poi al 24 giug­no e al con­cer­to “Il Risorg­i­men­to nelle note musi­cali” in occa­sione del 162° anniver­sario del­la Battaglia di Solferi­no e San Mar­ti­no a Vil­la Brunati: qui eseguire­mo, come fa pre­sa­gire il tito­lo, musiche risorg­i­men­tali nel­la splen­di­da cor­nice del­l’ed­i­fi­cio di Riv­oltel­la. L’ul­ti­ma usci­ta del­la sta­gione esti­va è pre­vista invece per giovedì 22 luglio sem­pre al Par­co di Vil­la Brunati per il “Con­cer­to d’Es­tate” con note più leg­gere e spen­sier­ate che spe­ri­amo pos­sano accom­pa­gnare il cli­ma esti­vo che respir­ere­mo tra poco più di un mese”.

Parole chiave: