Si è ripetuto il tradizionale rito nel giorno di S. Antonio

La benedizione degli animali

18/01/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Bel­la e sug­ges­ti­va, Ha riscos­so davvero grande suc­ces­so la tradizionale cer­i­mo­nia del­la benedi­zione degli ani­mali, ulti­mo appun­ta­men­to assieme al «chisol» del­la 43° edi­zione del­la fiera di S. Anto­nio, una rasseg­na cha ha richiam­a­to a Lona­to numero­sis­si­mi vis­i­ta­tori. E ieri pomerig­gio alle 16 c’era pro­prio una gran ressa sul sagra­to dell’omonima chieset­ta, sul­la rip­i­da scali­na­ta che por­ta al tem­pio e nel­la sot­tostante via S. Anto­nio. Moltissi­mi i bam­bi­ni, molti i gen­i­tori che non han­no volu­to man­care all’appuntamento con la benedi­zione che accom­pa­gna da sec­oli la vita lonatese, quan­do l’allevamento degli ani­mali era fonte di sos­ten­ta­men­to per qua­si tutte le famiglie. E il rac­cor­do a un pas­sato lon­tano è emer­so chiaro anche gra­zie alla vari­età delle specie ani­mali che han­no con­fig­u­ra­to una sor­ta di minus­co­la sfi­la­ta d’esemplari pron­ti a salire sull’Arca di Noè. Molti dice­va­mo era­no i bam­bi­ni accom­pa­g­nati dai loro cani, di tut­ti i tipi e razze, ma c’erano gat­ti di ogni genere, col pelo lun­go, sori­ani, con la pel­lic­cia ful­va. E anco­ra colombe, un bel gal­let­to, tar­tarugh­ine, ani­mali da cor­tile, fagiani. E persi­no un paio di stu­pen­di agnel­li dal vel­lo can­di­do. Il par­ro­co a con­clu­sione di una breve cer­i­mo­nia ha impar­ti­to a tut­ti la solenne benedi­zione men­tre dal cielo scen­de­vano i pri­mi fioc­chi di neve dell’anno 2001. La sagra di S. Anto­nio è poi pros­e­gui­ta in piaz­za con il tradizionale con­cor­so per la cot­tura del miglior «chisol» dolce tipi­co. Oltre una trenti­na era­no i dol­ci recap­i­tati in comune. In ser­a­ta, nonos­tante il fred­do s’è svol­ta la castag­na­ta che ha chiu­so le manifestazioni.