Caccia alla «Bandiera del lago». In acqua a Lazise 16 imbarcazioni, prossima tappa il 30 a Garda.
Equipaggio messo insieme in extremis: «Una vittoria l’avere concluso»

La «Birba» si batte con onore

26/06/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

All’orizzonte tem­pi nuovi per le bisse lacisien­si. La Bir­ba, la bis­sa con un equipag­gio mes­so insieme alla «meno peg­gio» nell’inverno scor­so ha sal­va­to gli onori di casa, con­clu­den­do la sua ones­ta pri­ma rega­ta del cam­pi­ona­to remiero del Gar­da scat­ta­to saba­to, in una splen­di­da ser­a­ta nelle acque di Lazise.«Tutto som­ma­to un suc­ces­so — fa pre­sente Gio­van­ni Fac­ci­oli gen­er­al man­ag­er del rin­no­va­to Grup­po bisse Olimpia di Lazise — se solo si pen­sa che qualche mese fa sen­za bar­ca ed equipag­gio abbi­amo cor­so il peri­co­lo, dopo quarant’anni e più di attiv­ità remiera di non pot­er parte­ci­pare al cam­pi­ona­to. Sarebbe sta­to un vero smac­co per Lazise uno dei quat­tro pae­si fonda­tori del­la Lega Bisse del Garda».«Invece rim­boc­cate le maniche siamo rius­ci­ti — dice cari­co di orgoglio Fac­ci­oli — insieme con Ste­fano Bergami­ni l’unico rema­tore lacisiense disponi­bile, a for­mare un nuo­vo equipag­gio con Euge­nio Tortel­la e i due rema­tori capri­ne­si Fabio Brunel­li e Sil­vio Scala». «Ma ciò che mag­gior­mente ci sod­dis­fa — pros­egue come un tor­rente in piena il man­ag­er Fac­ci­oli — è che abbi­amo risveg­lia­to nei gio­vani l’amore per la e oggi pot­er sper­are in un grup­po nuo­vo com­pos­to da Tobia Zant­edeschi, Gia­co­mo Azza­li, Gabriele Castel­lani, Mar­co Righi, Pietro Fil­ip­pi, impeg­na­to ad allenar­si con pas­sione alle diret­tive di Ste­fano Bergami­ni e Luig­i­no Perinelli».Prima pro­va del quar­an­ten­nale, dunque, con in acqua 16 imbar­cazioni sud­di­vise in tre bat­terie e risul­ta­ta affasci­nante per tut­ta una serie di sfide. A Com­in­cia­re da quel­la che ha vis­to nel­la pri­ma bat­te­ria Ichtya la bis­sa di Peschiera dover bat­ter­si con quat­tro barche lom­barde. L’ha spun­ta­ta Sant’Angela Meri­ci di Desen­zano in van­tag­gio di un sec­on­do sul­la Portesina di San Felice e di tre sul­la Fos­ca­ri­na di Gar­done. Quar­to pos­to per Ichtya con in bar­ca Ste­fano Maz­zure­ga, Alan Di Caprio, Osval­do Maz­zure­ga e Gian­lu­ca Perug­i­ni e a chi­ud­ere la Sant’Ercolano di Toscolano. Doppia sfi­da nel­la sec­on­da bat­te­ria con in pri­mo piano i due equipag­gi del Cen­tro Nau­ti­co di Bar­dolino e per di più gen­er­azionale vis­to che in acqua su barche diverse padre e figlio a con­tender­si il pri­ma­to. Si è impos­ta alla grande la Bar­dolino, ai remi Bruno e Pier­francesco Maf­fez­zoli, Sil­vano Dall’Agnola e Mau­ro Faraoni, sul­la Ca’ Da Mosto di Desen­zano; terza la Preon­da la sec­on­da bar­ca del Cen­tro Nau­ti­co con voga­tori: Mat­tia Cam­postri­ni, Daniele Bertasi, Alessio Bilan­cio e Pietro Maf­fez­zoli figlio di Pier­francesco il quar­to remo del­la Bar­dolino. A seguire più dis­tanzi­ate: Benacum (Mader­no) e la Bir­ba che ha rac­colto, per quan­to innanzi rac­con­ta­to, gli incor­ag­gianti applausi del pub­bli­co di casa.Nella terza bat­te­ria affi­an­cate, dal sorteg­gio, le due imbar­cazioni di Gar­da con la Regi­na Ade­laide (Mir­co Poz­zani, Cris­t­ian March­esi­ni, Romo­lo Squar­zoni, Cris­t­ian Faraoni) che ha fat­to seg­nare il miglior tem­po del­la ser­a­ta (6′ 34″) segui­ta dal­la Clu­san­i­na (Iseo) e terza Palo­ma di Gar­da (Manuel Sala, Michele Berton­cel­li, Fer­di­nan­do Sala e l’in­tra­montabile Alber­to Malfer con nel pal­mares ben 12 Bandiere. A seguire Vil­lanel­la (Gargnano), Car­mag­no­la (Iseo), Serenis­si­ma (Salò). Saba­to prossi­mo, 30 giug­no, sec­on­da pro­va del cam­pi­ona­to remiero con imbar­cazioni in acqua a Garda.Se la rega­ta di Lazise ha asseg­na­to i pri­mi pun­ti vali­di per la con­quista del­la «Bandiera del Lago 2007», quel­la di Gar­da ha la valen­za di pro­porre sfide indub­bi­a­mente molto più avvin­cen­ti sud­di­vise in rap­por­to ai tem­pi fat­ti seg­nare dagli equipag­gi nel­la pri­ma pro­va.

Parole chiave: